Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Spiritualità e femminilità nel Katherine Group

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Primo capitolo 10 1.3 L’evoluzione del martire Nelle comunità monastiche il culto dei martiri rimane particolarmente vivo: i monaci sono dei ‘martiri viventi’ che si impegnano con costanza, pazienza ed energia per preservare la loro scelta di vita. Si distinguono tre tipi di martirio: il ‘martirio rosso’ caratterizzato dallo spargimento di sangue; il ‘martirio bianco’, quello di chi dedica la propria vita a Dio nell’ascesi e nella verginità; il ‘martirio verde’, vissuto mettendo in atto le opere penitenziali, o il viaggio missionario per portare il Vangelo in altri paesi 6 . 1.3.1 Il ruolo della donna Per quanto riguarda la posizione delle donne, esse rimangono escluse dai più alti ministeri, ma sono comunque in grado si svolgere importanti incarichi nelle opere di carità e proselitismo nelle famiglie. Vengono viste con sospetto, poiché simboleggiano la fonte di peccato e di tutti i mali per l’uomo. Proprio per questo, nel corso delle storia, l’educazione femminile si orienta verso modelli rigidi basati sulla sottomissione e l’obbedienza; diventa quasi un’esigenza reprimere gli istinti erotici, piegare il corpo alla castità per preservare una verginità incontaminata 7 . 6 18 \ 7 \ 2005 7 18 \ 7 \ 2005

Anteprima della Tesi di Roberta Silvia Visconti

Anteprima della tesi: Spiritualità e femminilità nel Katherine Group, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Roberta Silvia Visconti Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1131 click dal 24/05/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.