Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I modelli di lisrel per l'analisi della customer satisfaction nel settore universitario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 valutazioni fanno riferimento ad obiettivi diversi e sono fatte separatamente dai rispettivi organismi di valutazione per le differenti unità (Osservatorio nazionale, Nuclei di valutazione interna, commissioni o altri "organismi” di valutazione per corsi di laurea e di diploma, per facoltà, ecc.), nel rispetto e nella valorizzazione dell'autonomia. A questo riguardo si distingue, com’è noto, tra la valutazione interna (o autovalutazione) svolta da organismi “interni” alle unità (o ai processi) da valutare e la valutazione esterna svolta da organismi “esterni” o non coinvolti nell’attività da valutare; naturalmente la valutazione può riguardare sia programmi o attività specifiche, sia il complesso delle attività svolte. Nel disegno di un sistema di valutazione completo, è senz’altro indispensabile definire le interazioni e i necessari raccordi tra i processi d’autovalutazione e valutazione interna e di valutazione esterna, ma oltre a ciò è importante anche prevedere una valutazione esterna di tipo istituzionale che leghi i momenti d’autovalutazione a quelli di valutazione esterna con riguardo al complesso delle strutture e delle attività svolte da una sede universitaria. La valutazione istituzionale consente, infatti, di considerare l’istituzione come un unico soggetto decisionale, esaminando simultaneamente l’insieme delle strutture e delle attività che vi si svolgono - didattica, ricerca, aspetti gestionali, servizi – in modo da evidenziare la qualità ed il grado di raggiungimento degli obiettivi prefissati. Per questo motivo l’Osservatorio ha ritenuto opportuno avviare un Programma di valutazione istituzionale delle università (Programma VIU), che inizialmente è portato avanti a titolo sperimentale da parte dei componenti dell’Osservatorio stesso, 2 in modo da verificare sul campo le metodologie più opportune ed acquisire le necessarie 2 Una valutazione istituzionale è già stata richiesta all’Osservatorio da parte delle Università della Basilicata e di Camerino. L’Osservatorio ha già svolto la prima visita di contatto presso l’Università della Basilicata nel mese di novembre 1998 e il Nucleo di valutazione di tale università ha già predisposto le richiesta relazione di autovalutazione.

Anteprima della Tesi di Alessandra Fresta

Anteprima della tesi: I modelli di lisrel per l'analisi della customer satisfaction nel settore universitario, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandra Fresta Contatta »

Composta da 479 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1643 click dal 31/05/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.