Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Parco dell'Alta Murgia come fattore di sviluppo locale dell'area

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 • il parco agricolo ad uso sociale, che assume come principale contenuto e come finalità primaria, dominante a lungo termine, la fruizione sociale sia dei servizi e delle attrezzature, che dell’ambiente agreste, e il cui uso sociale (per il tempo libero, per il riposo e la ricreazione o lo sport) utilizza il paesaggio specifico e quelle risorse del territorio che l’agricoltura ha costruito. Il parco in questo caso è agricolo nel senso dell’assunzione dei caratteri morfologici propri della campagna, che vengono orientati essenzialmente a finalità diverse rispetto a quelle della produzione agricola. L’agricoltura praticata in tale area non ricerca alcuna redditività sul mercato ed è sostenuta per mantenere l’ambiente, essendo considerata un servizio ambientale. Per i beni prodotti al suo interno si presuppone un mercato protetto, legato ad un sistema di sostegno dei prezzi e di incentivi motivati dalle finalità ambientali di quella produzione, presupponendo che tale tipo di attività agricola produca, oltre ai beni primari, servizi, attrezzature ed elementi di paesaggio socialmente fruibili, e che per questo venga retribuita. L’agricoltura è sostenuta da politiche pubbliche (locali, regionali o comunitarie), ma non è a conduzione pubblica salvo che per la gestione di alcuni servizi del parco. Permane quindi in quel territorio un presidio sociale di abitanti/produttori che esprime soggetti capaci di iniziativa economica e di vivere in rapporto attivo con il territorio. • il parco agricolo a conduzione agricola attiva, in quanto si ritiene che un territorio di rilevante estensione non sia gestibile e sostenibile economicamente impiegando soltanto risorse pubbliche, ma al contrario si deve prevedere una politica di incentivi, mobilitando in buona parte risorse private produttive. Inoltre l’agricoltura attiva, con regole certe e ben definite, è la sola condizione in grado di mantenere in vita il territorio e il suo paesaggio. Le necessarie trasformazioni nel tempo possono essere guidate verso una ulteriore valorizzazione qualitativa dell’ambiente/paesaggio; nella stessa direzione diventa essenziale il

Anteprima della Tesi di Fabrizio Loglisci

Anteprima della tesi: Il Parco dell'Alta Murgia come fattore di sviluppo locale dell'area, Pagina 15

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Fabrizio Loglisci Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1467 click dal 15/06/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.