Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Soluzioni al paradosso di Feldstein-Horioka

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 1. INTRODUZIONE Le origini del puzzle di Feldstein Horioka (FH) giacciono in un articolo pubblicato nel 1980 dall’Economic Journal in cui i due autori intendevano capire e spiegare “quanto sia internazionalmente mobile l’offerta di capitale”. Questa ricerca assume un’importanza fondamentale nelle teorie economiche per i risultati che ha evidenziato. L’analisi compiuta da FH si colloca in una posizione completamente opposta rispetto alle conoscenze prevalenti al tempo della pubblicazione dell’articolo. La riduzione dei controlli sui movimenti del capitale attuata negli anni 70 aveva, infatti, portato gli economisti a ritenere l’esistenza di alta mobilità del capitale tra le nazioni; pertanto era accettata dalla comunità economica l’idea che il capitale circolasse tra i diversi stati eguagliando il tasso di rendimento. L’argomento trattato assume un’importanza decisiva anche perché la mobilità dei fondi era utilizzata per analizzare, tra le altre cose, i tassi ottimali di risparmio e l’incidenza dei cambiamenti nella tassazione. Il vero grado d’integrazione finanziaria internazionale ha dunque un’importanza fondamentale nella scelta delle politiche macroeconomiche; e, proprio per questo motivo, il paradosso di FH ha ricevuto un’importanza così ampia nella letteratura. La mobilità del capitale intesa nel senso sopra menzionato può essere misurata in due modi: • Direttamente: se il capitale è perfettamente mobile, i differenziali dei tassi di interesse dovrebbero essere uguali al premio attualizzato, in questo modo la condizione di parità del tasso di interesse regge; • Indirettamente: la relazione tra risparmio ed investimenti crea un test indiretto per la misurazione della mobilità del capitale. Feldstein e Horioka concentrano la loro analisi sul secondo metodo di misurazione della mobilità. Con questo obiettivo i due studiosi prendono in esame i dati relativi a 16 nazioni OECD e calcolano una regressione; i risultati di tale computazione mostrano un’alta correlazione tra risparmio ed investimenti. Gli autori interpretarono questa alta associazione come un segno di mobilità nulla del capitale; questa conclusione viene giustificata dal fatto che in regime di perfetta mobilità del capitale non ci dovrebbe essere alcuna relazione tra il risparmio di una nazione e gli investimenti fatti all’interno dell’economia della nazione stessa dal momento che un incremento nel risparmio domestico in un qualsiasi stato aggiunge fondi al mercato globale dei capitali e tali fondi incrementali dovrebbero dividersi tra i vari stati cercando opportunità di investimento redditizie.

Anteprima della Tesi di Giovanni Foglietta

Anteprima della tesi: Soluzioni al paradosso di Feldstein-Horioka, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Foglietta Contatta »

Composta da 29 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5767 click dal 30/06/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.