Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''The East is full of secrets''. La visione dell'Oriente nei testi di viaggio di Gertrude Bell

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 La struttura della presente trattazione si articolerà in due parti principali: da un lato la contestualizzazione, dall’altro l’analisi specifica dei testi. Per quanto concerne la prima parte, verranno presentate le caratteristiche della letteratura di viaggio con particolare riferimento all’epoca vittoriana, e il recente interesse culturale – prevalentemente antropologico - che questo genere ha suscitato. In seguito verrà trattato il fenomeno del viaggio, sia come punto di incontro fra sé e altro e fonte potenziale di cambiamento, che come pratica in epoca vittoriana: i mezzi di trasporto utilizzati, le motivazioni a partire e le destinazioni tipiche. Successivamente verrà presa in esame la diffusa percezione dell’Oriente in un periodo di egemonia britannica sulla maggior parte del pianeta e di particolare attrazione verso l’altro e l’esotico: sono evidenti infatti alcuni elementi comuni nella descrizione dell’Oriente nei testi dell’epoca. Facendo riferimento all’opera di Said si cercherà di spiegare come quella dell’epoca sia una rappresentazione, più che una mera descrizione, di terre lontane, in cui si mescolano interessi coloniali e ambizioni personali, desideri repressi da una società moralista e rigida e bisogno di catalogazione del mondo, fascino della diversità e dovere morale di portare avanti il progresso delle civiltà. In questi capitoli di carattere generale, sarà dato spazio alla prospettiva femminile e alla discussione femminista. Entrambi questi spunti hanno evidenziato alcune discontinuità con la tradizione maschile ed eventualmente maschilista e rappresentano una rivalutazione nell’analisi all’interno dei vari contesti: la letteratura di viaggio, il viaggio e la visione dell’Oriente. Nella seconda ed ultima parte verrà presentato un excursus sulla vita della Bell, al fine di poter meglio comprendere la sua produzione letteraria e i suoi diversi approcci con le varie parti dell’Impero Ottomano da lei visitate prima del suo definitivo insediamento a Baghdad. In seguito saranno analizzate due sue opere, Persian Pictures e The Desert and The Sown. Il primo testo si riferisce ad un viaggio compiuto nel

Anteprima della Tesi di Martina Bertazzon

Anteprima della tesi: ''The East is full of secrets''. La visione dell'Oriente nei testi di viaggio di Gertrude Bell, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Martina Bertazzon Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3423 click dal 18/07/2006.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.