Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giornalismo, la verità possibile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 1.2. CENNI STORICI SUL GIORNALISMO E L’OBIETTIVITÀ Il giornalismo poggia le sue basi su una storia che sfiora ormai il mezzo millennio. Non una storia lunghissima, epocale, eppure una storia che ha fatto susseguire tra loro fasi molto diverse, ognuna delle quali ha caratterizzato in modo peculiare gli approcci, gli orientamenti e i metodi che di secolo in secolo hanno raccontato la cronaca e descritto le società del tempo. Il giornalismo nasce con le gazzette del XVII secolo e si trasforma via via col mutare non soltanto degli strumenti tecnologici bensì delle condizioni politiche, economiche e sociali e delle tradizioni spirituali e culturali di ogni parte del mondo. [Paolo Murialdi; 2000; p. 7] I primi giornali sono gazzette a stampa, quindicinali o settimanali. Il primo quotidiano è stampato a Lipsia nel 1660. Si tratta di una stampa rigidamente controllata dove l’attività giornalistica è sottoposta al regime di esclusiva e alla censura preventiva. In questa prima fase i detentori del potere assegnano alle gazzette il ruolo di dispensare informazioni manipolate e organizzare il consenso tra i gruppi che partecipano all’amministrazione del potere. Dunque, possiamo indubbiamente affermare che l’obiettività non nasce parallelamente alla nascita del giornalismo, perchè le condizioni strutturali

Anteprima della Tesi di Valentina D'anna

Anteprima della tesi: Giornalismo, la verità possibile, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Valentina D'anna Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6965 click dal 24/07/2006.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.