Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Miti e divi della postmodernità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Se il mito è di natura simbolica e sempre funzionale, anche i miti che oggi sono diffusi dall’industria culturale devono rispondere a certe necessità e aspettative collettive che persistono poiché sono fortemente radicate nell’uomo, tanto più che i miti non possono essere imposti. Anche quelli moderni per penetrare e radicarsi devono dare risposte alle domande latenti nell’attuale società: solo così il mito diventa il risultato di un tacito accordo tra l’industria culturale e il suo pubblico. 5 Secondo l’autrice, il fatto che l’eroe o il mito continui ad esistere nella cultura e nella società moderna, ad avere un ruolo nonostante i cambiamenti che le sue forme hanno subito, è un dato psicologico significativo e che funzionerebbe come “risposta difensiva e compensatrice dell’anonimato e dell’omogeneizzazione della moderna società industriale” 6 . Durgnant scriveva che le star sono un riflesso in cui il pubblico scruta e adegua la propria immagine: potenzialmente, a suo parere, la storia sociale di una nazione potrebbe essere scritta alla luce delle sue star cinematografiche, che rappresentano bisogni e aspirazioni della gente comune, la quale contribuisce con il suo interesse a creare i divi. Morin sostiene in sostanza qualcosa di simile quando dice: La star è davvero un mito. Non è solo sogno, ma idea-forza. Lo specifico del mito è la capacità di inserirsi o incorporarsi in qualche modo nella vita. Se il mito delle star si incarna con tanto clamore nella realtà, è perché si tratta di un prodotto di questa realtà, cioè della storia umana del XX secolo. 7 5 E. Kermol, M. Tessarolo, “Divismo vecchio e nuovo: la trasformazione dei modelli di divismo”, Cleup, Padova, 1998 6 E. Kermol, M. Tessarolo, “Divismo vecchio e nuovo: la trasformazione dei modelli di divismo”, Cleup, Padova, 1998, p. 104 7 E. Morin, “Le star”, Redifin-Edizioni Olivares, copyr. 1995, Milano, 1957

Anteprima della Tesi di Clara Odorici

Anteprima della tesi: Miti e divi della postmodernità, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Clara Odorici Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7687 click dal 19/09/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.