Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cooperazione per i Paesi in Via di Sviluppo verso gli immigrati nelle nostre realtà che cambiano il loro volto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 I CODICI DI CULTURA ξ Linguaggio gestuale ξ Linguaggio verbale ξ Tono di voce ξ Atteggiamento cinetico ξ Prossemica – distanza nel relazionarsi La lettura dei codici e valori culturali spesso ci porta ad errori d’interpretazione creando delle distorsioni culturali che vanno fino allo stereotipo, filtro culturale, pregiudizio che provoca una grave forma di condizionamento. Secondo John Dewey ‘il peggiore dei pregiudizi è pensare di non averne’. Ritornando alla relazione transculturale, si intende il rapporto che si crea tra persone portatrici di cultura, intendendo per cultura l’“insieme complesso che include qualsiasi capacità ed abitudine (conoscenze, credenze, arte, morale, diritto, costume…) acquisite dall’uomo come membro di una società.” Tyler 1871 2 La relazione vuole descrivere, su un ipotetico arco temporale, le fasi del rapporto uomo- uomo, derivato dalle nuove forme di relazione in ordine ai suoi spostamenti sulla Terra. Pensare dunque la relazione transculturale come un’esplorazione di frontiera che si concretizza in un approccio transculturale, tenendo conto del peso delle culture, dell’esperienza migratoria, del vissuto sociale, trovando ambiti di decodificazione dei messaggi comunicativi e accettando una contrattazione culturale. Diventa dunque rilevante in questo assunto la valutazione del peso dei pregiudizi nel condizionare i comportamenti e conseguentemente assumere che comunicazione non significa traduzione. Di fatto da sempre l’uomo ha dato luogo a flussi migratori, a spostamenti che hanno determinato le nostre civiltà di riferimento. Così le società in generale sono sempre frutto di relazioni transculturali, ossia di specifiche relazioni fra uomini diversi. Forse in questo modo trovano spazio i moduli di economia sociale quando capaci di ideare particolari spazi sociali idonei alle relazioni di sempre tra genti diverse. Credo interessante l’ipotesi che se l’immigrato venisse considerato e accettato pienamente in un sistema sociale ed economico e contestualmente in una programmazione 2 Dr.ssa Luisa Lenguini, Relazione transculturale, concetto introdotto e spiegato durante le lezione di master del 27- 29 gennaio 2005.

Anteprima della Tesi di Fabian Volti

Anteprima della tesi: La cooperazione per i Paesi in Via di Sviluppo verso gli immigrati nelle nostre realtà che cambiano il loro volto, Pagina 3

Tesi di Master

Autore: Fabian Volti Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1046 click dal 20/09/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.