Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Percezione e Valutazione della vita quotidiana in un paese post-comunista: la Romania

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Popolazione. La Romania ha una popolazione di 22.355.551 abitanti (2004). Secondo il censimento del 2002, l’89% della popolazione è costituito da romeni. La minoranza più consistente è quella Ungherese (7%), concentrata nella Transilvania, i Rom (2%) sono presenti soprattutto nella pianura romena e i Tedeschi (1% circa), abitano prevalentemente nel Banato Romeno. Il 52,7% della popolazione vive nelle città e 47,3% nelle zone rurali. Istruzione. L’istruzione è gratuita e obbligatoria dai 6 ai 15 anni, ed elevata è la percentuale di coloro che proseguono gli studi oltre il sedicesimo anno di età; il sistema educativo promuove soprattutto gli studi tecnici. Il tasso di alfabetizzazione è pari al 95,3%. Tra i principali istituti universitari del paese si ricordano le università di Bucarest (1869), Cluj-Napoca (1872) e Iaşi (1860). Le biblioteche principali sono la Biblioteca Centrale di Stato e la Biblioteca dell’Accademia di Romania, entrambe a Bucarest. Sin dal 1990 esistono anche delle scuole e università private come la “Dimitri Cantemir”. Peraltro, la Romania ha compiuto progressi a livello della riforma dell’insegnamento e della formazione. Nell’ambito di un processo in corso di razionalizzazione delle rispettive attività, il Ministero della Pubblica Istruzione ed il Ministero per la Ricerca sono stati riuniti in un solo Ministero nel 2001. Dal 1997, la Romania partecipa ai programmi Socrates/Erasmus e Leonardo da Vinci. La mobilità degli studenti, dei professori e dei ricercatori è stata introdotta come indicatore di efficienza degli istituti di insegnamento superiore, al fine di facilitare la libera circolazione degli studenti. Nel Parere di Luglio 1997 della Commissione [COM(1997) 2003 def. - non pubblicato sulla Gazzetta ufficiale] la Commissione Europea ha ritenuto che,

Anteprima della Tesi di Federico Focacci

Anteprima della tesi: Percezione e Valutazione della vita quotidiana in un paese post-comunista: la Romania, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federico Focacci Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1163 click dal 09/10/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.