Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La trasmissione della cultura tra civiltà classica e medioevo: dalle invasioni barbariche alla rinascita carolingia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 studio teorico della buona lingua e la spiegazione dei poeti classici. L’edificio non era molto diverso da quello della scuola primaria, essendo sempre una bottega del foro chiusa da una tenda, nella quale il ripetitore, subdoctor o proscholus, svolgeva anche l’ufficio del bidello 3 . Occupa un posto nettamente superiore rispetto alle precedenti, la scuola retorica (rhetoris schola). Svetonio ci riferisce che inizialmente la retorica incontrò diverse critiche nella Roma repubblicana, in quanto accusata di abituare i giovani all’ozio 4 . Ma con l’impero, e la nuova società colta e raffinata che lo caratterizzava, raggiunse la sua acme 5 . L’insegnamento del retore, che si svolgeva anche esso all’ombra dei portici, consisteva in lezioni sull’arte oratoria che preparava i giovani all’avvocatura. Si trattava essenzialmente di scuole di diritto, un tipo d’insegnamento superiore originale, l’unico si può dire, rispetto ai greci 6 . Con il passaggio dall’età repubblicana all’età imperiale si verificarono altri cambiamenti importanti nell’ambito scolastico romano. Mentre infatti nel periodo repubblicano l’educazione era quasi esclusivamente a carico delle famiglie, in età imperiale lo stato si interesserà sempre più di creare e promuovere un’istituzione scolastica 7 . La maggior parte delle informazioni sulla politica culturale degli imperatori romani proviene dalle Vite dei Cesari di Svetonio. Qui leggiamo che Augusto, seguendo l’esempio di Cesare, istituì diverse 3 Cfr. ibidem, pp. 364-365. 4 Cfr. B. Mariano, Scuola e contro scuola nell’antica Roma, Sansoni, Firenze, 1974, p. 3. 5 Cfr. ibidem. 6 Cfr. Marrou, Storia dell’educazione nell’antichità, cit., p. 380. 7 Cfr. G. Manacorda, Storia della scuola in Italia, volume I, Il Medioevo, Arnaldo Forni, Bologna, 1978, p. 1. Figura 2 Rilievo del tardo impero raffigurante un insegnante e tre allievi.

Anteprima della Tesi di Filomena Martori

Anteprima della tesi: La trasmissione della cultura tra civiltà classica e medioevo: dalle invasioni barbariche alla rinascita carolingia, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Filomena Martori Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5311 click dal 13/11/2006.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.