Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nuovo codice del consumo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE Il tema della tutela dei consumatori è oggi di grande interesse. L'importanza riconosciuta a questa tipologia di diritti ha tardato ad affermarsi sul panorama giuridico e politico non solo italiano. Vedremo infatti che, più o meno indirettamente, la presa di coscienza di questi bisogni o necessità risale essenzialmente alla seconda metà del novecento; e lungo, è stato il percorso che ha portato al riconoscimento giuridico di tali posizioni. L’epoca nella quale viviamo è caratterizzata dalla globalizzazione del mercato dei beni e dei servizi, oggi la popolazione si confronta con un'offerta in continua trasformazione; diviene pertanto indispensabile elaborare disposizioni uniformi per la protezione dei consumatori. In particolare bisogna migliorare l'informazione destinata ai consumatori, che va assicurata con l'uniformità delle avvertenze riportate sui prodotti e l'indicazione dei prezzi in modo da garantire al mercato maggiore trasparenza e sicurezza. I consumatori possono infatti godere degli effetti positivi della concorrenza soltanto se sanno che cosa effettivamente acquistano. Per poter decidere liberamente e in modo consapevole, essi devono quindi poter beneficiare di un'informazione obiettiva e veritiera sul contenuto e sulla qualità dei servizi offerti. La politica di protezione dei consumatori potrebbe seguire tre linee essenziali: L’elaborazione di un mercato aperto e trasparente che permetta ai consumatori di beneficiare di una grande offerta di prodotti di qualità e di effettuare la loro scelta in funzione del prezzo, del modello e dell'offerta; La promozione e realizzazione di un'informazione obiettiva e indipendente, garantita dalla partecipazione attiva delle associazioni di categoria che consenta ai consumatori di scegliere con maggior libertà; La presa in considerazione degli interessi dei consumatori nei diversi ambiti politici, mi riferisco in particolare alla sicurezza alimentare, alla tutela ambientale o al controllo delle formule contrattuali più comunemente usate. In relazione a questo ultimo punto ci accorgiamo che lo studio del diritto dei consumatori non interessa una sola branca del diritto e quindi non è riservato al settore commerciale, perché ad esempio tratta di prezzi o di rapporti con imprese; così come non può essere inteso solo branca del diritto civile perché tratta di clausole vessatorie e formazione del consenso nei contratti per

Anteprima della Tesi di Emanuele Amicarelli

Anteprima della tesi: Il nuovo codice del consumo, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Emanuele Amicarelli Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5233 click dal 06/12/2006.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.