Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Offerta di lavoro part time e a tempo determinato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 invitando gli Stati membri e le parti sociali ad individuare ed eliminare gli ostacoli di natura giuridica ed amministrativa suscettibili di limitare le opportunità di lavoro part-time. Dalla lettura delle clausole della direttiva comunitaria si evince che: - il principio di non discriminazione costituisce l’unico vincolo al potere legislativo e all’autonomia collettiva degli Stati membri, altrimenti liberi di cercare le soluzioni più adeguate a realizzare gli scopi indicati dalla direttiva stessa; - la promozione del modello “volontario” di contratto part-time, è subordinato all’ampia discrezionalità degli Stati membri di conformarsi o meno , previsione che richiede che non vengano in ogni caso pregiudicati i principi di non discriminazione e del libero consenso; - i datori di lavoro vengano solo “invitati” a prendere in considerazione la possibilità di mettere in atto misure finalizzate a facilitare l’accesso al part-time. Il d.lgs. n. 61/2000 dopo aver individuato in linea generale gli elementi qualificanti del rapporto a tempo parziale ne specifica le varie tipologie: ξ part-time orizzontale: rapporto di lavoro in cui la riduzione di orario rispetto al tempo pieno è prevista in relazione all’orario normale giornaliero di lavoro; ξ part-time verticale: rapporto in cui l’attività lavorativa si svolge a tempo pieno, ma limitatamente a periodi predeterminati nel corso della settimana, del mese o dell’anno; ξ part-time misto: rapporto risultante dalla combinazione delle due modalità sopra indicate e dunque, caratterizzato da una riduzione dell’orario normale giornaliero ma con punte verticali in alcuni giorni della settimana, del mese o dell’anno. Il Legislatore italiano, adottando il Decreto Legislativo n. 61 del 25.2.2000, di recepimento della direttiva UE n. 81/1997, (in ritardo nell’attivazione di questa normativa, rispetto ad altri paesi europei), ha rivisitato organicamente il rapporto di lavoro part-time, unanimemente considerato

Anteprima della Tesi di Daniela Zuccalà

Anteprima della tesi: Offerta di lavoro part time e a tempo determinato, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniela Zuccalà Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4296 click dal 14/12/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.