Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sintesi di derivati amminotiazolici quali ligandi selettivi per il sottotipo beta del recettore degli estrogeni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Gli estrogeni umani naturali sono il 17β-estradiolo, l’estrone e l’estriolo. A A A HO OH OH Estriolo HO O Estrone HO OH 17β−Estradiolo Gli estrogeni, per quanto riguarda la loro produzione, risentono del controllo dell’asse ipotalamo-ipofisario (Figura 1) 1 . Essi sono sintetizzati e rilasciati dalle ovaie sotto lo stimolo di FSH (ormone follicolo-stimolante) ed LH (ormone luteinizzante), prodotti dall’adenoipofisi. FSH ed LH sono sintetizzati e liberati a loro volta sotto lo stimolo del GnRH (ormone rilasciante le gonadotropine) prodotto dall’ipotalamo. La liberazione di FSH e LH è chiaramente controllata dagli stessi ormoni steroidei prodotti dalle gonadi: esiste, infatti, un classico meccanismo a feedback negativo mediante il quale gli estrogeni inibiscono la liberazione delle gonadotropine. Gli effetti estrogenici, però, non si limitano all’ipofisi ma interessano anche l’ipotalamo: è stata descritta la riduzione della secrezione di GnRH indotta dall’estradiolo. Nell’ambito di questa organizzazione di retroazione negativa, vengono esercitati dagli steroidi sessuali anche notevoli effetti di feedback positivo. Tali effetti sono particolarmente evidenti per l’estradiolo il quale, in condizioni adeguate, può aumentare anziché diminuire la liberazione di gonadotropine. Una significativa quantità di estrogeni è prodotta anche dai muscoli scheletrici, dal fegato e dal tessuto adiposo per aromatizzazione dei precursori steroidei circolanti ad opera dell’enzima aromatasi.

Anteprima della Tesi di Gea Bellini

Anteprima della tesi: Sintesi di derivati amminotiazolici quali ligandi selettivi per il sottotipo beta del recettore degli estrogeni, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Chimica e Tecnologia Farmaceutiche

Autore: Gea Bellini Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1878 click dal 10/01/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.