Design nel museo. Strategie di merchandising

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. La nuova identità del museo 5 Fino ad ora uno dei pochi strumenti capaci di disporre la complessità attuale del funzionamento dei musei in un ordine di operazioni coerenti è stato il marketing. Ciononostante esistono anche altre strade non ancora esaurientemente approfondite che costituiscono delle risposte valide alla richiesta di soluzioni innovative per il futuro dei musei, tra queste non possiamo non considerare il design; ma il legame che è possibile instaurare tra musei e design, senza dimenticare un substrato comune ad entrambi e che svolge un ruolo di “collante”, cioè il marketing (nella sua accezione di marketing museale), verrà approfondito in seguito, dopo aver chiarito in questo capitolo i fattori che pongono oramai i musei di fronte al cambiamento. Premessa fondamentale nel rinnovamento dei musei deve essere la difesa del suo importantissimo status di luogo di cultura e di centro educativo: non è possibile pensare di fare diventare i musei delle imprese di solo profitto economico, secondo una logica strettamente affine alla gestione manageriale e al marketing. Se di impresa si può parlare questa deve essere intesa come una sorta di azienda-museo. 8 In altre parole, serve una riorganizzazione interna capace di accogliere le nuove richieste del turismo culturale, che riattualizzi il significato odierno di museo, creando un equilibrio tra ruolo istituzionale e funzione educativa, e tra compiti conservativi e capacità economiche ed autopromozionali. Ma l’obiettivo della trasformazione dei musei deve essere ricercato sul campo della qualità e non dei soli numeri: il successo imprenditoriale, tipico obiettivo di una strategia di marketing, deve essere associato alla ricerca del rapporto tra qualità dell’offerta museale 9 e possibilità per il pubblico di soddisfare il proprio bisogno di cultura. Questo non è un bisogno comune, in quanto la domanda culturale varia da persona a persona; i musei, allora, dovranno essere capaci di rivolgersi e dialogare al pubblico rispondendo alle loro esigenze individuali. Essi non dovranno mai soddisfare dei bisogni di massa, dovranno, al contrario, diversificare la qualità della loro offerta e concepire nuovi strumenti utili per l’approfondimento culturale.

Anteprima della Tesi di Fabio Di Salvo

Anteprima della tesi: Design nel museo. Strategie di merchandising, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Fabio Di Salvo Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6194 click dal 16/01/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.