Skip to content

I sistemi di controllo di gestione nelle amministrazioni centrali

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
VIII Nella letteratura non esiste una definizione universalmente riconosciuta di riforma del management pubblico, ma si può convenire con Pollitt - Bouckaert che “La riforma del management pubblico consiste in cambiamenti deliberati delle strutture e dei processi delle organizzazioni del settore pubblico con l’obiettivo di fare in modo che funzionino meglio (da qualche punto di vista)”. Rifacendosi ad un modello tratto e rielaborato dalla letteratura, si sono identificate le tre macro- categorie di fattori principali che hanno influenzato il processo di riforma nella maggior parte dei paesi; queste tre grandi forze possono agire sia da traino che da freno per il cambiamento. FATTORI POLITICI - I fattori politici influenzano principalmente la natura delle idee di riforma che vengono proposte e vagliate. In cima a tutte si devono considerare le caratteristiche generali e strutturali del sistema politico che definiscono l’ambito ed i confini delle riforme e che possono rendere la riforma del management più o meno immediata. In contrasto con i limiti e le restrizioni che spesso provengono dalle strutture profonde del sistema politico, all’interno di questi sistemi vi sono anche elementi dinamici; uno di questi è l’influsso di nuove idee di management nel settore pubblico. Infine le idee dei partiti politici costituiscono un ulteriore aspetto che può influenzare significativamente il cambiamento del management pubblico. I partiti politici sviluppano una loro visione del migliore stile di governo in relazione a problemi strutturali, di stile e di processo. FATTORI AMMINISTRATIVI - I fattori amministrativi sono quelli che influenzano principalmente le modalità di realizzazione della riforma, la fase di realizzazione stessa e, spesse volte, il suo esito. Al momento dell’annuncio, infatti, le riforme sono spesso presentate in modo molto enfatico, sottolineandone la coerenza con gli stili e le idee del momento, poi però bisogna che abbiano un effettivo seguito nel sistema amministrativo perché vengano realizzate. Elementi fondamentali da considerare sono quindi le strutture dei sistemi amministrativi e la cultura dominante. Essi agiscono congiuntamente ponendo degli ostacoli ad ogni cambiamento dello status quo e possono essere modificate soltanto in maniera graduale. La fase di realizzazione effettuata nell’ambito dei sistemi amministrativi è uno stadio particolarmente importante e delicato del processo di riforma, in quanto durante l’attuazione delle idee si apprendono nuovi elementi che spesso comportano uno scostamento dal progetto originario. FATTORI SOCIO-ECONOMICI - I fattori socio-economici sono spesso l’elemento scatenante delle riforme, nel senso che esercitando una pressione sul sistema politico amministrativo da un lato verso l’aumento della spesa e l’erogazione di servizi di maggiore qualità e dall’altro ad una contemporanea riduzione della tassazione, fanno emergere quanto uno Stato sia inefficace ed inefficiente rendendo così il Governo più attento ai problemi di gestione e più permeabile alle idee riformatrici del New Public Management. Si sono poi esaminate le principali traiettorie di riforma (organizzazione, gestione del personale, contabilità e gestione finanziaria) che individuano il contesto dei cambiamenti in cui si va ad innestare la misurazione delle prestazioni e, più nello specifico, l’implementazione dei sistemi di controllo di gestione sia nelle Amministrazioni Centrali che in tutti gli altri livelli della Pubblica Amministrazione. Si è così arrivati a definire una possibile classificazione dei paesi analizzati in funzione della visione di fondo che ha guidato l’azione di riforma; si è comunque consapevoli che
Anteprima della tesi: I sistemi di controllo di gestione nelle amministrazioni centrali, Pagina 4

Indice dalla tesi:

I sistemi di controllo di gestione nelle amministrazioni centrali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Paolo Guido Albrici
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2004-05
Università: Politecnico di Milano
Facoltà: Ingegneria
Relatore: GiovanniAzzone
Coautore: Roberto Casagrande
Lingua: Italiano
Num. pagine: 262

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi