Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle risorse umane negli enti locali: il caso del Comune di Siena

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’applicazione dei nuovi principi ha impresso profondi cambiamenti anche agli scenari nei quali si muovono le risorse umane impiegate dalla pubblica amministrazione, investendo decisamente la disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione. Sicuramente ci sono state resistenze interne, legate alla “sfasatura temporale” esistente fra l’introduzione delle riforme a livello normativo e la maturazione di una corrispondente cultura a livello organizzativo, ma anche altre circostanze, difficoltà oggettive, ostacoli di natura giuridica, influenze provenienti dal contesto esterno hanno certamente svolto un ruolo determinate nella riuscita solo parziale di alcune riforme. In generale si può dire che siano stati introdotti, fondamentalmente, principi tratti dallo schema di pubblico impiego contrattuale proposti dalla dottrina del New Public Management 1 ma, nei fatti, essi si sono spesso trovati a coesistere con riferimenti legislativi non completamente coerenti con esso, risalenti al precedente assetto burocratico legale-razionale, o si sono dovuti adattare a contesti profondamente diversi da quelli presi in considerazione dal modello. È stato opportunamente osservato che, proprio a causa del regime vincolistico riguardante la pubblica amministrazione, gli apparati amministrativi italiani, assieme a quelli di Belgio, Francia e Irlanda, hanno dimostrato una media transizione al New Public Manangement rispetto alla più veloce acquisizione della nuova identità da parte dei funzionari pubblici di Regno Unito, Finlandia e Olanda, dove è invece assente il diritto amministrativo. Infatti, a differenza dei paesi dell’Europa continentale, nei quali storicamente al concetto di amministrazione corrisponde anche quello di apparato, nei paesi di common law l’intervento pubblico nasce dalla necessità di realizzare esigenze che altrimenti non verrebbero soddisfatte (sussidiarietà). Ne consegue, in primo luogo, che nei paesi a diritto amministrativo alla quota di potere assegnato alla pubblica amministrazione corrisponde una compressione della libertà dei cittadini e, secondariamente, che nei paesi di common law il settore pubblico è maggiormente 1 Il New Public Management è una dottrina fondata sui principi delle transazioni di mercato. La specializzazione delle componenti politica e gestionale richiede relazioni di tipo contrattuale che implicano a loro volta la verifica del rispetto degli accordi presi dalle parti, e ciò si realizza attraverso la valutazione dei risultati, utilizzando metodologie empiriche. 2

Anteprima della Tesi di Caterina Zalaffi

Anteprima della tesi: La valutazione delle risorse umane negli enti locali: il caso del Comune di Siena, Pagina 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Caterina Zalaffi Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7371 click dal 24/01/2007.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.