L'attività di indagine su iniziativa della polizia giudiziaria: profili giuridi e questioni pratiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I Struttura e funzioni della polizia giudiziaria 13 2.2. (Segue): Gli ausiliari di polizia giudiziaria. Non diversamente dal codice del 1930 11 , anche l’attuale sistema, con l’art. 348 comma 4 c.p.p., attribuisce alla polizia giudiziaria, sia nell’ambito dell’attività autonoma che nell’ambito di quella delegata dal pubblico ministero 12 , il potere di avvalersi, qualora non intenda o non sia in condizione di procedere ad atti o operazioni «che richiedono specifiche competenze tecniche», di «persone idonee», le quali non possono rifiutarsi di prestare la loro opera: al riguardo l’unica differenza è nella terminologia, in quanto il nuovo codice non usa la locuzione «ausiliari», contenuta invece nel vecchio art. 223, ma preferisce un’espressione più generica e meno impegnativa, soprattutto se si considera che sarebbe notevolmente difficoltoso individuare tutte le situazioni richiedenti le specifiche competenze tecniche di cui la polizia giudiziaria può risultare sprovvista e che legittimano il ricorso a persone competenti estranee all’amministrazione 13 . 11 Cfr. art. 223 cod. proc. pen. 1930. 12 Anche quando compie atti delegati, la polizia giudiziaria non è vincolata ai criteri di scelta imposti al pubblico ministero in tema di consulenti tecnici, salvo che il pubblico ministero non si sia limitato a delegare l’atto (lasciando la polizia giudiziaria libera di compierlo personalmente o avvalendosi di persone idonee) ma abbia delegato la polizia giudiziaria a compiere l’atto e ad avvalersi di un consulente tecnico. In tal caso per l’individuazione di quest’ultimo dovranno seguirsi le disposizioni dettate per il pubblico ministero dalle norme di attuazione (art. 73 disp. att. c.p.p.). 13 Per esemplificare, tra gli ausiliari della polizia giudiziaria possono ricomprendersi: il tecnico Telecom in grado di fornire il suo ausilio in sede di intercettazioni telefoniche quando si tratti di risolvere problemi tecnici particolarmente complessi; il grafologo, per attribuire la paternità di uno scritto anonimo minatorio; il medico, per far certificare l’entità, le caratteristiche e la natura di

Anteprima della Tesi di Claudia Coti

Anteprima della tesi: L'attività di indagine su iniziativa della polizia giudiziaria: profili giuridi e questioni pratiche, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Claudia Coti Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11150 click dal 25/01/2007.

 

Consultata integralmente 65 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.