Deposizione via plasma di film sottili con proprietà acido-base variabili

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Le superfici funzionalizzate via plasma, o per altro metodo, possono essere ulteriormente modificate per immobilizzazione covalente di biomolecole (peptidi [16], carboidrati [17], molecole anti-trombogeniche [18], enzimi [19], molecole antibatteriche [20], anticorpi,etc.), che offrono interazioni specifiche con le cellule e i fluidi biologici. E’, quindi, facile capire perché gli studiosi che si occupano di materiali biomedici spesso focalizzino l’attenzione sulle modificazioni superficiali, in quanto da queste dipendono la maggior parte delle risposte biologiche che si realizzano all’interfaccia. Le modificazioni superficiali possono essere applicate per la realizzazione di materiali polimerici intelligenti (smart materials), capaci di rispondere con un considerevole cambiamento delle proprie proprietà chimico-fisiche a stimoli dell’ambiente circostante in cui sono posti: temperatura, pH, fattori chimici, luce, etc. I materiali intelligenti, sensibili agli stimoli, possono essere impiegati per risolvere problemi biologici come bio-separazione, rilascio controllato di farmaci, progettazione di biosensori, ingegneria tissutale. Lo scopo di questi materiali è mimare il più possibile la complessità dei sistemi biologici, in cui ogni risposta nasce da uno stimolo [21]. Un esempio di smart material si ha nell’ambito del rilascio controllato dei farmaci: sono stati studiati Hydrogel (gel colloidali in cui l’acqua è il mezzo di dispersione) capaci di rispondere a variazioni di pH [22]; questi materiali contengono, in genere, alcuni gruppi ionizzabili come acidi carbossilici o gruppi amminici. I polimeri ionici più comunemente studiati includono poliacrilammide (PAAm), poliacidoacrilico (PAA), poliacidometacrilico (PMAA), polidietilamminoetilmetacrilato (PDEAEMA) e polidimetilamminoetilmetacrilato (PDMAEMA). Nei mezzi acquosi di appropriato pH e forza ionica, i gruppi funzionali alla superficie del materiale possono ionizzarsi dando luogo a dei processi estremamente utili in campo biomedico [22]. I polimeri sensibili al pH, a causa della loro capacità di swelling (rigonfiamento) proporzionale alle variazioni di pH, qualora “caricati” con un farmaco possono consentire un rilascio graduale dello stesso in funzione del pH dell’ ambiente in cui si trovano. In questa maniera si può fare in modo che il fermaco venga rilasciato, per esempio, o nello stomaco (pH acido) o nell’intestino (pH basico) [23], a seconda delle caratteristiche acido- base dell’hydrogel. 8

Anteprima della Tesi di Elena Dilonardo

Anteprima della tesi: Deposizione via plasma di film sottili con proprietà acido-base variabili, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Elena Dilonardo Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1615 click dal 01/02/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.