Skip to content

E-democracy come processo di coltivazione raffinata del consenso. La partecipazione ai processi decisionali nel policy making della P.A. locale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I – QUALE IDEALE DEMOCRATICO? 8 1.2. L’evoluzione storico-filosofica del concetto di democrazia (diretta e indiretta). Rassegna dei contributi teorici sul tema del cittadino partecipe alle scelte politico-amministrative. I percorsi lungo cui si sviluppa il dibattito sull’e-democracy sono: il dibattito teorico sul rapporto governanti-cittadini che passa attraverso la riforma della P.A.; il processo di sviluppo delle tecnologie mediali di comunicazione utilizzate nell’ambito della comunicazione politica e pubblica. In base al percorso concettuale tracciato da Fleres, secondo il quale “Quella “e” prima della parola “democracy” significa soltanto che si utilizza un sistema, uno strumento, un mezzo che consente lo sviluppo della democrazia attraverso meccanismi tecnologici adeguati, tempestivi, di immediata utilizzazione che consentono risposte altrettanto immediate, ma il tema resta sempre lo stesso, cioè quello della democrazia, dell’esigenza di costruire momenti di partecipazione democratica” 18 , per parlare di e-democracy si devono affrontare proprio le ragioni della politica rispetto all’introduzione di sistemi di e-democracy, che sono sistemi di democrazia. Al fine di verificare se e in che modo l’e-democracy sia un processo conveniente (e per chi), sarà allora opportuno fare una momentanea regressione per effettuare una panoramica archeologica delle principali teorie democratiche che si sono occupate dell’eccellenza (il buongoverno) ed opportunità (consenso o legittimazione) di alcune forme di governo piuttosto che altre. In particolare, da Platone a Sartori passando per Toqueville, Burke 19 , Habermas, Lippmann e Schumpeter, lo snodo dell’intenso esercizio intellettuale è ubicato tra democrazia diretta e democrazia rappresentativa. 18 SALVO FLERES, Vice Presidente Assemblea regionale Siciliana — Coordinatore gruppo di lavoro “Informazione e comunicazione istituzionale” Conferenza dei Presidenti dell’Assemblea, dei Consigli regionali e delle Province autonome. In FORUM PA (2004) op. cit. 19 Nel suo famoso “Discorso agli elettori di Bristol”, Edmund Burke, il celebre filosofo e politico del XVIII secolo, pose le basi delle argomentazioni divenute classiche in favore del governo rappresentativo invece che diretto: “If government were a matter of will upon any side, yours, without question, ought to be superior. But government and legislation are matters of reason and judgment, and not of inclination; and what sort of reason is that in which the determination precedes the discussion; in which one set of men deliberate and another decide; and where those who form the conclusion are perhaps 300 miles distant from those who hear the arguments? To deliver an opinion is the right of all men; that of constituents is a weighty and respectable opinion, which a representative ought always to rejoice to hear; and which he ought always most seriously to consider. But authoritative instructions; mandates issued, which the member is bound blindly and implicitly to obey, to vote, and to argue for, though contrary to the clearest conviction of his judgment and conscience, - these are things utterly unknown to the laws of this land and which arise from a fundamental mistake of the whole order and tenor of our constitution.” (Fishkin J. S., 1995)
Anteprima della tesi: E-democracy come processo di coltivazione raffinata del consenso. La partecipazione ai processi decisionali nel policy making della P.A. locale, Pagina 8

Indice dalla tesi:

E-democracy come processo di coltivazione raffinata del consenso. La partecipazione ai processi decisionali nel policy making della P.A. locale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Lopedote
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Roberto Grandi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 279

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi