La responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato: il modello organizzativo, di gestione e di controllo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

si evidenziarono in primo luogo nei paesi 2 in cui il processo d’evoluzione dell’economia fu più rapido, a causa dell’evidente inefficacia repressiva del sistema penale così delineato nei confronti di attività illecite poste in essere da enti collettivi, specialmente qualora sia di difficile individuazione il soggetto agente ed autore materiale del fatto penalmente rilevante. Ancor più esplicita appare l’incongruenza dell’irresponsabilità penale della società qualora il reato, seppur perpetrato da persone fisiche, sia finalizzato a generare profitti o vantaggi imprenditoriali all’ente. 1.2. La genesi e le convenzioni internazionali di riferimento del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 Il legislatore italiano ebbe la prima opportunità di affrontare la questione inerente alla responsabilità diretta degli enti in occasione della ratifica di convenzioni internazionali di cui si dirà in seguito; infatti, con la legge n. 300 del 2000 conferì delega al governo per la ratifica ed esecuzione di alcuni atti internazionali e per la contestuale formazione di una disciplina organica in tema di responsabilità degli enti. Tale ratifica riguardava gli atti internazionali elaborati in base all’articolo k 3 del Trattato sull’Unione europea e precisamente: y Convenzione sulla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee, siglata a Bruxelles il 26 luglio 1995; 2 E’ il caso dei paesi anglosassoni ed in particolare degli U.S.A. 9

Anteprima della Tesi di Emanuela Spizzo

Anteprima della tesi: La responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato: il modello organizzativo, di gestione e di controllo, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Emanuela Spizzo Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10430 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.