Brigitte Reimann e Christa Wolf: un epistolario, un'amicizia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 La vita di Brigitte ha come ideale di vita la libertà, come dimostrano l’irrequietezza, gli amori sempre diversi, quattro mariti e nessun figlio. Christa, al contrario, è la donna modello, tradizionale, che considera la vita familiare come un elemento fondamentale nella sua esistenza. Così ogni tanto Brigitte ha nostalgia della dimora dei Wolf: Mir wäre sehr nach Reden zumute, und nach Büchern, und überhaupt nach eurem Haus – einer Familie, meine ich, Eurem Beispiel. Daß so was geht und sogar gutgeht ... sehr merkwürdig. 2 Christa accetta il comportamento di Brigitte, nonostante che il suo stile di vita sia bersaglio della critica dal punto di vista politico: Ein so lockeres Leben könnte ich mir nicht erlauben, es würde auch micht zu mir passen, es kommt also gar nicht auf mich zu, das ist überhaupt nicht mein Verdienst. Ich verurteile es bei anderen nicht, ich gucke bloß zu. 3 2 “Mi sentirei in vena di parlare e avrei voglia di libri, e soprattutto della vostra casa – di una famiglia, intendo, del vostro esempio. Che una cosa del genere funzioni e addirittura funzioni bene …. Molto singolare“.Lettera a Christa Wolf, 13.11.1970. In: Brigitte Reimann/Christa Wolf, Sei gegrüßt und lebe. Eine Freundschaft in Briefen 1964-1973, Aufbau TaschenbuchmVerlag, Berlin, 2003, pag. 86. 3 “Una vita così disinvolta come la tua non me la potrei permettere, non sarebbe neanche per me, non mi si confà per niente e questo non è affatto per merito mio. Questa vita non la disapprovo negli altri. Sto semplicemente a guardare”. Idem, pag. 78.

Anteprima della Tesi di Anna Salvini

Anteprima della tesi: Brigitte Reimann e Christa Wolf: un epistolario, un'amicizia, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Anna Salvini Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1654 click dal 13/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.