Skip to content

Semplificazione amministrativa e diffusione dell'imprenditorialità

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 consolidate, anche di grandi dimensioni e, in generale, in ogni tipo di organizzazione produttiva e non-produttiva4. Un errore comune Ł infatti quello di associare il tema dell imprenditorialit solo e soltanto alla nascita di nuove imprese, dimenticando per ch e esiste, ed Ł anzi Ł molto forte, la necessit di un processo di sviluppo e di diffusione di valori imprenditoriali nella totalit delle imprese e organizzazioni esistenti, anche di dimensione maggiori5. Con l opera di Fazzi, il tema imprenditoriale acquista forza e piena autonomia. Egli distingue tra imprenditore tradizionale e di nuovo tipo 6. In base a questa definizione, Fazzi attribuisce all imprenditore tradizionale tre requisiti basilari: la titolarit del capitale di rischio, l esercizio dell attivit combinatoria dei fattori produttivi e la guida del sistema aziendale7. Oggi l imprenditorialit sembra quindi aver finalmente trovato una sua collocazione autonoma rispetto agli start- up e pu essere considerata un elemento presente an che in una struttura economica preesistente. E questo il caso di un impresa che gi opera sul mercato e nella quale, sotto la spin ta di cambiamenti organizzativi e culturali, si sviluppano nuovi modelli di pensiero imprenditoriale. Parliamo di quella che Ł stata definita in letteratura la funzione d imprenditorialit . Un altra visione Ł quella che considera l imprenditorialit come motore e spinta creatrice effettiva alla nascita di nuove imprese e quindi, oltre all idea, si sottolinea anche la sua concreta realizzazione. Ci troviamo di fronte a quella che Ł stata chiamata la genesi d imprenditorialit . In letteratura si 4La funzione di imprenditorialit pu cos essere in dividuata sia come fenomeno interno ad una forma-impresa gi esistente ed operante sia essere riferita alla nascita di una nuova impresa solitamente di dimensioni minori. Il manifestarsi di una o di entrambe queste forme di imprenditorialit Ł strettamente legato al contesto sia economico sia istituzionale in cui ci si trova, con particolare riferimento alle situazioni dinamiche caratterizzanti i diversi processi di sviluppo. Mussati G. [1990], Alle origini dell imprenditorialit ; la nascita di nuove imprese: analisi teorica e verifiche empiriche. ETAS libri: Milano. 5Vallini C. [2004], Creare l impresa. Universit di Firenze: Firenze 6Fazzi R.[1982], Il governo d impresa . GiuffrŁ: Milano 7Con lo sviluppo dell impresa il ruolo dell imprendi tore cambia ed egli deve affrontare una difficile scelta personale, rinunciare cioŁ allo sviluppo o elaborare nuove strategie competitive e nuovi obiettivi. In quest ultimo caso, dovr allor a rivolgersi al capitale societario e adottare modelli con piø elevato grado di decentramento decisionale
Anteprima della tesi: Semplificazione amministrativa e diffusione dell'imprenditorialità, Pagina 4

Indice dalla tesi:

Semplificazione amministrativa e diffusione dell'imprenditorialità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Francesco Brachi
Tipo: Tesi di Laurea
Anno: 2005-06
Università: Università degli Studi di Firenze
Facoltà: Economia
Corso: Economia Aziendale
Relatore: AndreaPaci
Lingua: Italiano
Num. pagine: 249

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF acedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

barriere start-up
burocrazia
costi amministrativi
costi burocratici
diffusione imprenditorialità
economia
imprenditore
imprenditorialità
imprese
pmi
pubblica amministrazione
semplificazione
sportelli unici
start up
suap
teorie imprenditoriali
vincoli start-up

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi