Accessibility Kit: Valutazione dell'Accessibilità dei siti web della Pubblica Amministrazione per gli utenti con disabilità cognitive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Accessibility Kit per disabili cognitivi dei siti delle PA Giuseppe Colombo Paolo Colombo 14 1.1.2 L'accessibilità Web per gli utenti con disabilità cognitive L'uso di diverse tecnologie di supporto può portare beneficio alla navigazione degli utenti non vedenti, tramite l'uso di lettori dello schermo, alla navigazione degli utenti con disabilità motorie, tramite l'uso di periferiche dedicate e alla navigazione degli utenti non udenti, tramite la creazione di sottotitoli e/o l'utilizzo di interpreti per generare contenuti con il linguaggio dei segni. Per le disabilità di tipo cognitivo, invece, non esistono tecnologie dedicate: è necessario pertanto evidenziare la necessità di sviluppare secondo quanto richiesto dalla linea guida 14 delle WCAG 1.0, utilizzando cioè un linguaggio chiaro e semplice. Questo però potrebbe non bastare, specialmente se ci si confronta con la formazione di utenti con disabilità legate all'apprendimento. 1.1.3 Le disabilità cognitive Le disabilità cognitive si riferiscono a diverse problematiche relative alla memoria, percezione, risoluzione dei problemi e formulazione dei concetti. Fanno quindi riferimento a ritardo mentale, epilessia, autismo, danni celebrali. Le disabilità cognitive possono essere localizzate, con alcune funzioni che presentano qualche problema, mentre altre funzionano normalmente o anche sopra i livelli normali. Non sempre i problemi cognitivi sono legati al quoziente intellettivo, che può anche essere nella media o superiore alla media: soprattutto nei casi di problematiche nell’apprendimento. Le disabilità cognitive si possono sviluppare anche con il processo di invecchiamento. Le problematiche relative allo sviluppo sono definite come incapacità severe, croniche attribuibili a danneggiamento fisico e mentale e solitamente si manifestano entro i 22 anni. Le limitazioni si possono riassumere nelle seguenti problematiche (fonte: AHRC 2002): - cura di se stesso; - linguaggio con particolare riferimento alla comprensione e all’espressione; - mobilità; - capacità di essere indipendente; - capacità di essere autosufficienti economicamente. Le disabilità nell'apprendimento includono una vasta categoria di disabilità legate alla memoria, alla percezione, alla risoluzione dei problemi ed alla comprensione dei concetti. Alcune disabilità di questa categoria sono molto gravi e hanno differenti effetti sul grado di abilità delle persone, come difficoltà nell'apprendimento, paralisi celebrale, autismo o danni al cervello causati da traumi. È da considerare che la disabilità può svilupparsi, inoltre, con l'invecchiamento. Altre disabilità, invece, sono localizzate: alcune capacità mentali possono essere soggette a disabilità ma altre possono essere di livello normale o, addirittura, superiore alla media. In altre parole, le persone con disabilità nell'apprendimento possono avere un'intelligenza media o addirittura superiore alla media. Le disabilità legate allo sviluppo vengono definite come molto gravi quando hanno l'effetto di limitare sostanzialmente la persona in tre o più delle seguenti aree: auto-cura, linguaggi ricettivi ed espressivi, apprendimento, mobilità,

Anteprima della Tesi di Paolo Colombo

Anteprima della tesi: Accessibility Kit: Valutazione dell'Accessibilità dei siti web della Pubblica Amministrazione per gli utenti con disabilità cognitive, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Paolo Colombo Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1469 click dal 15/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.