Fenomeni di crisi e ristrutturazione nel settore aereo: il caso Alitalia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 L'autore fa riferimento a tre tipi di "ordine", necessari affinché l'impresa preservi il successo nel tempo: 1. l'ordine che deve intercorrere tra i fattori produttivi (combinatorio). 2. L'ordine tra le diverse operazione che l'impresa realizza per raggiungere gli obiettivi aziendali (sistematico). 3. L'ordine riguardante la corrispondenza tra le forze interne e le forze esterne (di composizione). La crisi si manifesta nel momento in cui questo ordine aziendale viene meno. La spaccatura di questi ordini altera la cosiddetta forza autogeneratrice dell'azienda che le permette, in condizioni normali, di adeguare, attraverso le normali attività gestionali, le proprie risorse e le proprie strategie ai mutamenti ambientali. Il venir meno di questa forza alimenta una crisi latente, che tradizionalmente esplode nel momento in cui l'impresa si trova a dover affrontare i radicali cambiamenti ambientali da lei non percepiti 7 . In generale, quindi, la letteratura aziendale considera lo stato di crisi come manifestazione di squilibri di natura economica, patrimoniale e finanziaria che può svilupparsi progressivamente raggiungendo diversi stadi. Gli aziendalisti, pur non concordando sul numero di questi stadi, ritengono che la possibilità di risanamento sia strettamente correlata allo stadio in cui ci si trova e alla tempestività con la quale si interviene. 1.1.2 IL FILONE MANAGERIALE Seguendo, invece, il secondo filone cioè quello strategico-manageriale, è possibile riscontrare diverse nozioni che attengono ad una differenza di definizione nei fenomeni di crisi: alcuni fanno riferimento ad aspetti qualitativi, mentre altri puntano maggiormente l’accento su fenomeni quantitativi. Sciarelli 8 , per esempio, ritiene in crisi un’azienda che” non è più in condizioni di soddisfare il suo equilibrio economico, ovvero quando non è più capace di soddisfare le attese dei partecipanti la vita aziendale per un intervallo non di breve tempo”, a tale orientamento fa eco la letteratura anglosassone con Slatter che definisce una situazione di crisi “ in termini di urgenza e indifferibilità delle misure da adottare cioè un’azienda è in crisi quando, senza l’adozione di interventi correttivi non è prevedibile nessun futuro” 9 e ancora Billings, Milburn e Shaalman sostengono la possibilità di porre in essere tre tipologie di comportamento dinanzi ad una crisi ”l’ inazione quando si ritiene che la situazione si possa risolvere positivamente per il verificarsi di nuovi eventi; l’assunzione di decisioni di routine mediante riorganizzazione dell’apparato 7 sull’argomento si veda anche E. Cavalieri Lezioni di Economia Aziendale 8 Sciarelli S. La crisi dell’impresa cit. p. 10 9 Slatter S. Corporate Recovery cit. p. 14

Anteprima della Tesi di Maria Silvia Santoro

Anteprima della tesi: Fenomeni di crisi e ristrutturazione nel settore aereo: il caso Alitalia, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Maria Silvia Santoro Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8184 click dal 13/02/2007.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.