Psicodinamica della depressione post-partum: uno studio sulla prevalenza e sui fattori di rischio correlati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 che vuole morire, senza però abbandonare il proprio mondo degli affetti, si riunisce ai suoi cari nella morte oppure pensa, in modo delirante, di preservarli da una realtà per lui fatta solo di dolore (il cosiddetto “omicidio per pietà” o “omicidio altruistico”) (Ponti, 1999). In ultima analisi, sintomi fisici che accompagnano la depressione sono (Giberti, Rossi, 1986): alterazioni del ritmo sonno-veglia, con ipersonnia diurna ed insonnia notturna, prevalentemente insonnia da risveglio precoce; perdita dell’appetito e notevole calo ponderale; disfunzioni digestive e cardiovascolari; diminuzione netta del desiderio sessuale spesso fino all’impotenza completa. Tipica è la fluttuazione dei segni clinici con peggioramento mattutino e parziale miglioramento serale. Nonostante la presenza di una sintomatologia depressiva tipica e comune, talune caratteristiche possono risultare particolarmente predominanti, determinando diverse varietà di depressione (Musetti et al., in Pancheri, Cassano, 1992): - La depressione malinconica semplice, contraddistinta da una relativa modestia dei sintomi tra i quali prevale l’inibizione, il senso d’impotenza e di affaticabilità. - La depressione agitata, nella quale è preponderante l’agitazione; il depresso vige in uno stato permanente di irrequietezza, si percuote, si torce le mani, si lamenta, singhiozza, geme e supplica; il tormento lo spinge ad idee suicidarie costanti e attive. - La depressione ansiosa, in cui prevalgono sintomi ansiosi e talora ossessivi, tensione, preoccupazione e paura vissute come vero e proprio panico ed angoscia. - La depressione rallentata, con la presenza accentuata del rallentamento psicomotorio che, oltre ad esprimersi sul piano motorio, compromette le diverse funzioni psichiche: linguaggio, pensiero, memoria, concentrazione, ecc. - La depressione stuporosa, ove l’inibizione psicomotoria raggiunge il suo apice in uno stato di assoluta immobilità e di compromissione della coscienza che può andare dal torpore fino allo stupore o al semi-coma: il malato non parla, non mangia, non fa alcun gesto, non risponde a nessuno stimolo; il suo volto resta contrito in un’espressione di disperazione.

Anteprima della Tesi di Daniela Santinon

Anteprima della tesi: Psicodinamica della depressione post-partum: uno studio sulla prevalenza e sui fattori di rischio correlati, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Daniela Santinon Contatta »

Composta da 257 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17810 click dal 14/02/2007.

 

Consultata integralmente 70 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.