Donne e carcere: La maternità all'interno di istituzioni totali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 1. la prima fase riguarda la nascita della grandi “case d’internamento”, utilizzate non per sostituire le punizioni ma come loro supplemento. I primi internati erano in genere vagabondi, mendicanti e gente senza lavoro e senza dimora che commettevano, generalmente, reati contro la proprietà e che venivano obbligati, all’interno dell’istituto ai lavori forzati (cfr. Mathiesen, 1996: 32- 33); 2. la seconda fase va dal 1750 al 1825 ed è caratterizzata dalla nascita di vere e proprie carceri, istituti, cioè, prettamente per i criminali. In tal modo l’istituzione assume caratteristiche proprie e non viene più interpretata, dunque, come supplemento delle punizioni, con una notevole diminuzione, anche, delle punizioni stesse;

Anteprima della Tesi di Mariangela De Marco

Anteprima della tesi: Donne e carcere: La maternità all'interno di istituzioni totali, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Mariangela De Marco Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12560 click dal 14/02/2007.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.