Biblioteca per gioco: Edutainment per la Biblioteca pubblica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Capitolo 1. I presupposti teorici e conoscitivi di un progetto sperimentale Le espressioni che vengono più frequentemente utilizzate nei media (dalla letteratura di ambiti specifici a radio e televisioni), ormai entrate anche nel linguaggio comune per definire la società contemporanea, sono: "società dell'informazione", "società dell'apprendimento", "società delle reti". Questi lessemi non sono intercambiabili ma ognuno di essi pone l'accento su alcuni fenomeni che stanno profondamente modificando la società in cui viviamo. La letteratura in merito è vastissima e comprende scuole di pensiero che interpretano e valutano in modi anche molto divergenti le origini e i possibili sviluppi di quella che comunque viene unanimemente considerata una "rivoluzione" (information revolution), successiva, dal punto di vista della circolazione della cultura e delle informazioni, a quella intervenuta con l'introduzione della stampa a caratteri mobili e dal punto di vista sociale e organizzativo a quella della nascita della produzione industriale. Senza la pretesa di stabilire gerarchie o indicare semplicisticamente delle relazioni causa- effetto si possono tuttavia indicare i fenomeni che risultano di maggiore rilevanza: - pervasività, globalizzazione, mercificazione dell'informazione; - continuità, durante tutto l'arco della vita, del processo di apprendimento; - predominio del network quale forma organizzativa dominante;

Anteprima della Tesi di Patrizia Boschetti

Anteprima della tesi: Biblioteca per gioco: Edutainment per la Biblioteca pubblica, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Beni culturali

Autore: Patrizia Boschetti Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2871 click dal 21/02/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.