Progettazione di una centralina per la sintesi e la validazione di tecniche fault tolerant applicate a sistemi di respirazione subacquea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.2 Pressioni parziali ed i volumi coinvolti L'aria è composta approssimativamente da 21% di ossigeno (O 2 ) e 78% di azoto (N 2 ),in percentuali volumetriche. Il rimanente 1% è formato da monossido di carbonio (CO), biossido di carbonio (CO 2 ), vari ossidi di azoto e gas nobili (Elio, Neon, Argon), (fig 1). Tranne l'ossigeno, tutti questi componenti sono relativamente poco reattivi – cioè non reagiscono praticamente con altre molecole – e sono per questo detti "gas inerti". Comunque, poiché la proporzione dei rimanenti gas (CO, CO 2 , ossidi di azoto, gas nobili) in aria è molto bassa, questi non hanno un’importanza pratica in questo contesto. Ricordando la legge di Dalton 1 (“La pressione totale in una miscela di gas è la somma delle pressioni parziali di ognuno dei gas costituenti la miscela”) e considerato che la pressione a livello del mare è pari ad 1atm possiamo affermare che, in queste condizioni, l’ossigeno presenta una 1 La legge di Dalton è più correttamente esposta nel modo seguente: “In una miscela di due gas (perfetti), la pressione è la somma delle pressioni che ciascun gas eserciterebbe se occupasse da solo tutto il volume a disposizione”. 6

Anteprima della Tesi di Miriam Surro

Anteprima della tesi: Progettazione di una centralina per la sintesi e la validazione di tecniche fault tolerant applicate a sistemi di respirazione subacquea, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Miriam Surro Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1442 click dal 26/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.