Applicazione di temi di analisi dei network alle filiere innovative

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

_______________________________________________________Introduzione 5 Wide Web ne rappresentano l’esempio più famoso: entrambe sono state create dall’uomo ma poi sono cresciute in maniera assolutamente incontrollata). Le reti di imprese si auto-strutturano fino ad assumere la forma descritta, così nel terzo capitolo si introduce il particolare tipo di rete che sarà successivamente analizzato, vale a dire un network di imprese che operano nella Ricerca e Sviluppo di applicazioni biotecnologiche (i cosiddetti network d’innovazione). Si passa a precisare le interazioni che si verificano in queste reti e le modalità con cui gli oggetti di scambio (le innovazioni tecniche e scientifiche che dovranno essere applicate sui prodotti) si diffondono, evidenziando che la morfologia delle reti reali non segue i tradizionali modelli di diffusone delle informazioni (i cosiddetti “modelli a soglia”) ma anzi emerge ulteriore conferma dell’importanza delle imprese con più relazioni nella diffusione capillare dell’idea innovativa. La rete di imprese viene successivamente presentata come una forma evolutiva dei processi produttivi, nella quale non vi è più una sola impresa molto grande (la flagship, letteralmente “nave ammiraglia”) in mezzo ad una galassia di piccoli fornitori e distributori, ma molte imprese che si specializzano per attività e partecipano ad una specifica fase della filiera. Le competenze rilevanti non appartengono più ad un unico soggetto, ma sono distribuite lungo la filiera, generando due conseguenze fondamentali: ⎯ la possibilità di approfondimento delle tecnologie di cui ci occupa, grazie alla specializzazione per attività che consente di concentrarsi sul core business e reperire le risorse secondarie in rete; ⎯ la necessità di ricombinazione delle competenze sviluppate individualmente da far confluire nel processo di produzione in cui si partecipa con le altre imprese, arrivando così ad un prodotto finito con caratteristiche tecniche d’avanguardia. Lo studio dei network evidenzia quindi la necessità di ridefinire la nozione di gerarchia dei ruoli. Mentre nello schema della flagship le imprese minori accusavano una fortissima dipendenza nei confronti dell’impresa focale che era l’unica con cui si relazionavano, all’interno della rete anche le imprese piccole e specializzate possono fornire le proprie competenze a più clienti, aumentando il proprio potere di mercato.

Anteprima della Tesi di Massimo Leonardo

Anteprima della tesi: Applicazione di temi di analisi dei network alle filiere innovative, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Leonardo Contatta »

Composta da 288 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7617 click dal 27/02/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.