Skip to content

L'autore e il suo doppio: la collaborazione tra Martin Scorsese e Robert De Niro

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Arthur Penn 1969) o la ribellione universitaria in Fragole e sangue (The Strawberry Statement, Stuart Hagmann, 1970). La recessione dell’industria hollywoodiana, la ricerca di un nuovo pubblico e l’interesse per film “giovanili”, coincidono con la fine delle carriere di molti registi che avevano fatto la loro fortuna nei decenni precedenti. Tutte condizioni che, come accennato, permettono l’ingresso sulla scena cinematografica di molti nomi nuovi, tra i quali cineasti che operano nell’ambito del cinema d’arte europeo, come Polanski e Forman, o registi americani più anziani che, provenendo dalla televisione, nel loro passaggio al cinema vengono inglobati nella tendenza della nuova Hollywood. Ma i registi che attiravano maggiormente l’attenzione erano, tuttavia, più giovani: quasi tutti erano nati intorno agli anni Quaranta, alcuni avevano studiato in scuole di cinema ed erano fedeli sostenitori della tradizione hollywoodiana. La generazione dei “movie brats” era molto eclettica e comprendeva […] il regista indipendente George Romero […], il regista televisivo Bob Rafelson […] e nuovi talenti come Brian De Palma […]e John Carpenter […]. I più potenti e rispettati “movie brats” – Francis Ford Coppola, Steven Spielberg e Martin Scorsese- si imposero all’inizio degli anno Settanta. Altri registi della stessa età apparvero più tardi 18 . Grazie alla produzione di questi nuovi e giovani cineasti, e grazie a un nuovo approccio di tipo autoriale, reso popolare dalla Nouvelle Vague francese e, in America, da un critico come Sarris 19 , gli anni Settanta vengono salutati come il periodo in cui a Hollywood si produce un “cinema d’autore”. O meglio, come un periodo nel quale è lasciato ampio spazio all’espressione personale del regista, sia a livello di stile che di contenuto; contrariamente a quanto avveniva nell’era degli Studios, quando i registi avevano ben poca o nessuna libertà di scegliere i progetti o dar loro forma in fase di sceneggiatura. Lo spazio lasciato alla 18 DAVID BORDWELL KRISTIN THOMPSON, Storia del cinema e dei film.. Dal dopoguerra a oggi, op. cit., pag. 400. 19 Nel 1954 Francois Truffaut pubblica sulla rivista Cahiers du cinema l’articolo polemico dal titolo Una certa tendenza del cinema francese, presa di posizione teorica che sarà punto di partenza della “politica degli autori”, uno degli snodi teorici dell’estetica della Nouvelle Vague. La politica degli autori sostiene il regista come unico autore del film, negando la paternità creativa dello sceneggiatore e il carattere collettivo di ogni processo di creazione cinematografica. La teoria dell’autore sarà resa popolare in America da Andrew Sarris, che porrà in relazione le capacità dell’autore e gli sbarramenti e le difficoltà che l’industria oppone alla sua espressione. 17
Anteprima della tesi: L'autore e il suo doppio: la collaborazione tra Martin Scorsese e Robert De Niro, Pagina 14

Preview dalla tesi:

L'autore e il suo doppio: la collaborazione tra Martin Scorsese e Robert De Niro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Noemi Marcandelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Luisella Farinotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 243

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

actors studio
attore classico
attore feticcio
attore moderno
autore
cape fear
casinò
martin scorsese
maschera
mean streets
new hollywood
new york new york
personaggio
quei bravi ragazzi
re per una notte
recitazione
robert de niro
star system
taxi driver
toro scatenato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi