Skip to content

Volume and Characteristics of Woody Debris in Mountain Rivers of Italian Dolomites and Southern Andes

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CHAPTER 1. WOODY DEBRIS IN STREAM CHANNELS Once being characteristic of all drainage networks in forested basins worldwide (Montgomery et al., 2003), in-channel large woody debris (LWD, i.e. pieces of wood at least 10 cm-large and 1 m-long) is now abundant only in relatively undisturbed mountain streams. In fact, the massive deforestation that has been pursued in the lower part of watersheds for centuries, and now particularly active in the developing countries, has mostly left forests in the upper part of the basins where conditions for stable human activities such as agriculture and industry are less favorable. In addition, “cleaning” larger, lowland channels from woody debris has long been carried out to reduce flood risk, improve navigation, and because LWD represents an available source of fuel for local people (Williams, 2000; Montgomery et al., 2003). This is evident in Europe, where large lowland rivers – most often braided and meandering systems – have been regulated, channelized and cleared of woody debris for millennia and their surrounding floodplain forests extensively eliminated. In fact until very recently, organic debris was perceived mainly as an obstacle to navigation and as an hazard during floods for its potential damage to structures such as bridges (Diehl, 1997) and also for its additional resistance to flow that increases inundation frequency and duration (Shields and Gippel, 1995; Darby and Thorne, 1995; Dudley et al., 1998; Shields et al., 2001). However, ecologists and biologists have shown, quoting Montgomery et al. (2003), that “a good river for humans is not a good river for fish”, and demonstrated that woody debris is crucial for stream and river corridor ecology as a whole (see for example Harmon et al., 1986; Bisson et al., 1987; Gippel et al., 1994; Gurnell et al., 1995; Bilby and Bisson, 1998; Sundbaum and Naeslund, 1998; Haden et al., 1999; MacNally et al., 2001; Keim et al., 2002). These ecological evidences led – at least in some countries – to a sharp shift from the “removal philosophy” to the opposite practice of adding natural or engineered woody debris into the channel to enhance fish populations (Abbe et al., 1997; Hildebrand et al., 1997; Zika and Peter, 2002; Barwick et al., 2004; Lacey and Millar, 2004; Shields et al., 2004). Furthermore, it has been recognized that the positive ecological role of WD is due to a large 1
Anteprima della tesi: Volume and Characteristics of Woody Debris in Mountain Rivers of Italian Dolomites and Southern Andes, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Volume and Characteristics of Woody Debris in Mountain Rivers of Italian Dolomites and Southern Andes

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Andreoli
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Gestione Ambientale dei Bacini Idrografici e Tecniche di Rappresentazione del Territorio
Anno: 2006
Docente/Relatore: Mario Aristide Lenzi
Correlatore: AndrésIroumé
Istituito da: Università degli Studi di Padova
Dipartimento: Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 132

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

argentina
channel morphology
chile
dolomites
italy
large woody debris
log-steps
southern andes
tierra del fuego
valley jams
volumes

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi