Skip to content

Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
clausola; e lo stesso avviene in ambito interstatale, visto l'esempio di Nozick stesso, una pozza di un deserto, dove, evidentemente, non ha nessun rilievo la nazionalità degli assetati. A livello di diritto internazionale, però, la clausola non riveste alcun ruolo, contrariamente al principio di rettificazione, in base al quale si può invece validamente ribadire il diritto dei paesi poveri a venir soccorsi, trattandosi di ex-colonie dei paesi europei, che hanno talora subito il sistematico saccheggio e la razzia plurisecolare dei loro individui più validi. Dal punto di vista di Nozick, è autorizzato il passaggio da crediti di giustizia di singoli a crediti di gruppi; dal punto di vista internazionale tale passaggio è implicito nell’odierna concezione dei rapporti tra stati. In ogni modo, stante la facilità con cui si può far coincidere il gruppo degli eredi delle popolazioni martoriate dallo schiavismo con le popolazioni che attualmente abitano i paesi corrispondenti (che ricalcano persino nei confini la configurazione che avevano come colonie), si può concludere che sussista un titolo valido ad un risarcimento dei danni subiti da parte di quelle nazioni, nei confronti delle rispettive ex-madrepatrie. Tutto questo, naturalmente, sottintende l'idea - peraltro generalmente condivisa - che le guerre coloniali siano annoverabili tra quelle assolutamente ingiuste. Affrontate alcune obiezioni interessanti, il lavoro è proseguito solo apparentemente cambiando argomento; infatti si propone la grande idea da cui nacque il New Deal: un'economia depressa per sovrapproduzione può riprendere fiato se lo Stato si impegna a sostenere l'occupazione assumendo in imprese di pubblica utilità quelli che hanno perso il lavoro; questi, così, avranno il denaro per acquistare i beni prodotti dalle imprese private, mentre il paese si dota di strutture più moderne che ne favoriscano la ripresa. Assistere, dunque, erogando lavoro utile. L'idea è che per i paesi europei, impegnarsi in una vera ristrutturazione delle ex colonie, potrebbe dar respiro alle loro economie in recessione mentre, nel lungo periodo, si aprirebbero immensi mercati, probabilmente particolarmente sensibili alle merci dei paesi non più colonizzatori ma “gemellati”. Nel paragrafo 3.6 ho offerto uno “zoom” all'interno dell'esempio storico, richiamando l'opera della TVA che aveva il compito di intervenire ristrutturando una delle zone agricole più depresse degli Stati Uniti negli anni '30: «Venne sviluppato un sistema che si basava su tre punti e che combinava le terre dei contadini, la conoscenza degli agronomi e degli esperti agricoli delle università, ed i fertilizzanti ed i fondi della TVA, per dimostrare ai contadini che esisteva la possibilità di effettuare dei cambiamenti proficui». E, in effetti, i cambiamenti ci furono, e molto notevoli, a testimonianza che il benessere deriva molto più da un sano e ponderato intervento statale nell'economia che da un atteggiamento di sterile astensione, per lasciare che le cose seguano il loro corso: quando si è lasciata l'economia a se stessa, i risultati sono sovente stati desolanti. Nel paragrafo 3.7 – “Sulla validità interstatale del principio di differenza” mi sono brevemente soffermato sulla possibilità di estendere l'ottimo II principio di A Theory of Justice ai rapporti internazionali. Scaturendo però tale principio da considerazioni di convenienza, non è possibile tale estensione, che sarebbe invece doverosa se Rawls avesse fondato l'argomentazione su considerazioni di carattere morale. Nei due paragrafi successivi mi sono occupato della trattazione del diritto di sopravvivenza che Pontara fa in positivo, proponendo un suo argomento, di stampo rawlsiano (si tratta di un esperimento mentale) con cui, attraverso la VIII
Anteprima della tesi: Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Duce Castellazzo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1992-93
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Flavio Baroncelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

clausola lockiana
diritto di sopravvivenza
fame
giustizia
libertario
neoliberismo
nozick
omissione
pontara
principio di rettificazione
rawls
redistribuzione
stato guardiano notturno
terrorismo
terzo mondo
welfare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi