Skip to content

Evoluzione della comunicazione pubblicitaria ed influenza delle psicologie

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Cenni storici Sembra nata ieri, e invece esiste da sempre. Poche cose caratterizzano i “tempi moderni” meglio di quanto non faccia la pubblicità; eppure la sua origine è antica quanto il commercio o il baratto, è antica in sostanza quanto l’uomo. Offrire un prodotto mettendo in evidenza le sue qualità è un atto che risale alla notte dei tempi. Infatti, il più antico annuncio pubblicitario scritto risale a forse 3000 anni fa, e fu scoperto da un archeologo nelle rovine di Tebe. In esso si offriva una moneta d’oro quale ricompensa per la restituzione di uno schiavo fuggitivo, di nome Shem. Anche gli scavi di Pompei documentano l’uso di reclamizzare, con scritte, eventi pubblici, spettacoli, gare, fiere, o l’uso di propagandare le magnificenze di un punto di ristoro o di una stazione termale, erano già pienamente affermati in epoca romana. Andando ancora più indietro nel tempo, risalgono ai Fenici i primi esempi di pubblicità di cui abbiamo prova. Lungo le strade principali essi erano soliti lasciare grandi pietre con l’elenco dei prodotti in vendita. Anche vasi, bassorilievi e pergamene erano utilizzati per fini pubblicitari e spesso per propaganda politica. E, se oggi si cerca l’elettore tramite gli spot, ieri si faceva circolare la moneta con l’effige dell’imperatore per dire a tutti chi comandava. Ma più che alla scrittura, il messaggio pubblicitario era affidato alla parola, all’arte dell’eloquio e della retorica. Imbonitori, banditori, “strilloni” nelle fiere, nei mercati e nelle piazze dei paesi: fino all’avvento della stampa la pubblicità era cosa loro; in loro possiamo riconoscere i precursori degli attuali pubblicitari, i “pionieri” della professione. La prospettiva cambia con la diffusione della stampa a caratteri mobili per opera di Giovanni Gutenberg 1 ; grazie a questa invenzione fu possibile affiggere nelle strade delle principali città i primi manifesti stampati. Anche se i detentori del potere politico, coscienti delle grandi possibilità comunicative di questo nuovo mezzo non tardarono ad imporre una rigida regolamentazione, assicurandosi il monopolio dell’affissione. 1 Johann (o Johannes) Gänsfleisch detto Gutenberg (1390 - 1468): inventore della stampa a caratteri mobili. Il procedimento di stampa di Gutenberg consisteva nell'allineare i singoli caratteri in modo da formare una pagina, che veniva cosparsa di inchiostro e pressata su un foglio di carta o di pergamena. L'innovazione stava nella possibilità di riutilizzare i caratteri - fino ad allora le matrici di stampa venivano ricavate da un unico pezzo di legno, che poteva essere impiegato solo per stampare sempre la stessa pagina - finché non si rompeva la matrice, cosa che accadeva assai spesso.
Anteprima della tesi: Evoluzione della comunicazione pubblicitaria ed influenza delle psicologie, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Evoluzione della comunicazione pubblicitaria ed influenza delle psicologie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Maset
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Massimo Bellotto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi