C'era una volta... Venti ragazzi di strada. Marco Baliani e Pinocchio Nero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

C’era una volta… Venti ragazzi di strada Marco Baliani e Pinocchio Nero Vinazzani Christian – matricola 2454. Tesi di Laurea in Lingue e Culture Europee 11 (1869) di Florence Montgomery o a Il piccolo Lord (1886) di Frances Burnett – gli scrittori italiani rendono personaggi dei propri testi ragazzi appartenenti alle più diverse classi sociali, ovvero tendono a costruire le loro storie attorno a ragazzi di estrazione sociale bassa, contadina o artigiana, o di estrazione borghese. Quindi, il contesto sociale in cui si svolge la narrazione è un contesto aperto all’incontro tra usi e condizioni economiche diverse. Ciò è dovuto alla volontà di sensibilizzare i lettori sulla vita dei loro coetanei più svantaggiati. Il messaggio che, infatti, trapela dai testi per l’infanzia sembra essere il seguente: L’Italia che i vostri genitori hanno costituito non è ancora il migliore dei mondi possibili, ma migliorerà se voi ragazzi condividerete volentieri gli impegni fattivi che ogni buon cittadino non può non accettare (Spinazzola 1997, 23). Le opere italiane possono essere, quindi, considerate come testimonianze dei valori borghesi che caratterizzano la società dell’Italia post-risorgimentale; l’adesione a valori positivi che porta al cambiamento non solo interiore, ma anche delle istituzioni sociali. Nel romanzo Pinocchio ciò è sottolineato – come evidenzia Gérard Genot (1975) – dalla presenza di una giustizia immanente che ricompensa il bene e punisce il male: la giustizia che permetterà la trasformazione finale e il lieto fine. In Cuore, invece, tale compito è svolto dai racconti mensili che il maestro detta agli scolari e che hanno come protagonisti ragazzi di diversa provenienza regionale che compiono gesti di immenso eroismo o, in alternativa, sono incentrati su temi tipicamente borghesi quali lo studio, il lavoro, il merito, il patriottismo, il rispetto della gerarchia, dell’onore e della dignità. 1.1.2. Una grande tradizione orale Per i bambini e i ragazzi, totalmente analfabeti, e i membri delle classi meno abbienti è presente una grande tradizione orale di teatrini e spettacoli di saltimbanchi che, quotidianamente, animano la vita dei paesini sparsi sulla penisola. Su tutto il territorio nazionale è molto diffusa l’usanza di allestire spettacoli con la funzione di criticare situazioni croniche di ingiustizia e di parodiare le classi dirigenti o benestanti. Si tratta di spettacoli di basso livello culturale incentrati sulla burla, sulla sfida alla morale, con

Anteprima della Tesi di Christian Vinazzani

Anteprima della tesi: C'era una volta... Venti ragazzi di strada. Marco Baliani e Pinocchio Nero, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Christian Vinazzani Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5579 click dal 04/07/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.