Lo smaltimento dei farmaci scaduti per termodistruzione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Riassunto: In questo lavoro è stato valutato l’impatto dello smaltimento per termodistruzione di farmaci scaduti in un impianto di incenerimento di rifiuti solidi urbani e assimilati. Il problema è stato valutato sia dal punto di vista legislativo, tenendo presente che la normativa italiana è soggetta ad una continua revisione per uniformarsi alle direttive europee, sia dal punto di vista sperimentale, con particolare attenzione rivolta alle emissioni gassose, valutando i parametri più significativi in presenza ed in assenza di farmaci scaduti in camera di combustione. I risultati sperimentali dimostrano che per le emissioni acide (acido cloridrico, acido fluoridrico, acido bromidrico, acido solforico) l’incenerimento di farmaci scaduti non dà variazioni apprezzabili, mentre una variazione significativa alle emissioni, imputabile allo smaltimento dei farmaci, si ha per il parametro mercurio che comunque rimane sempre ampiamente al di sotto dei limiti di legge.

Anteprima della Tesi di Stefano Pagnin

Anteprima della tesi: Lo smaltimento dei farmaci scaduti per termodistruzione, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Farmacia

Autore: Stefano Pagnin Contatta »

Composta da 89 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5228 click dal 21/06/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.