Skip to content

Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
non si sente di ascrivere fino in fondo l’intera responsabilità del- l’esito di un’innovazione. David, infatti, precisa che, se anche la competizione non è per certi aspetti flessibile, nel senso che c’è un momento in cui una tecnologia la spunta definitivamente sulle altre e si deve allora parlare di “blocco tecnologico”, è anche vero che l’innovazione è imprevedibile: l’esito non può essere previsto sulla base delle informazioni disponibili nella fase di avvio. Alla luce di queste considerazioni diventa molto interessante analizzare la “teoria del rendimento crescente da adozione” di Brian Arthur 33 , un altro economista che, come Paul David, considera l’evoluzione tecnologica così poco continua e razionale, da met- tere la problematica delle scelte tecnologiche al centro della pro- pria analisi. Secondo la tesi di Arthur, l’attrattiva verso una tecnologia si raf- forza al crescere della sua diffusione. In altre parole, per quanto un nuovo prodotto possa essere tecnicamente migliore di quello nascente, un’innovazione radicata e diffusa da tempo può con- tare su cinque punti di forza. Rendimento crescente da informazione - Quando una tecnologia si diffonde, aumenta inevitabilmente anche la sua notorietà. Il cir- colare delle notizie fa venire meno le incertezze legate all’effica- cia e alla redditività dell’innovazione e, di conseguenza, ciò favorisce un allargamento del numero di adozioni. “Conoscere per adottare” è un principio elementare, facilmente esportabile in campi anche molto distanti da quelli cui fa riferi- mento Arthur. Che si tratti di un nuovo prodotto tecnico, di un emergente candidato politico o di una novità nel campo dei detersivi per lavatrice, infatti, aziende, media adviser e pubblici- tari sanno benissimo che i loro pubblici non si porranno mai IL CONTRIBUTO DELL ECONOMIA 33 writer” è compresa nel primo rigo delle tastiere dei nostri Pc. Questo esempio storico consente a David di dimostrare che le scelte fatte nel 1870 per evitare un iniziale inconveniente tecnico e quelle, solo propagandistiche, fatte dalle industrie Remington, ebbero la capacità di determinare il fallimento di un secondo prodotto, in realtà, tecnicamente migliore del primo. Per rendere utilizzabile la teoria della dipendenza in campo sociologico, basta aggiungere che il potere performante di una tecnologia non è determinato solo dalle consuetudini produtti- ve, ma anche dalle modalità di fruizione, dalle competenze d’uso e dagli immaginari tecnologici che il tempo ha come sedi- mentato negli utilizzatori del prodotto. Una tecnologia di suc- cesso, insomma, lascia il segno, sia a livello di produzione che di consumo, e, se un nuovo prodotto vuole affermarsi su quello già esistente e collaudato, deve confrontarsi con questa realtà, ini- ziando a camminare nel solco vecchio prima di tracciarne uno nuovo. Si deve poi ammettere che il potere performante delle scelte tecnologiche è legato anche al grado di competenza pro- duttiva e d’uso richiesto dal prodotto: maggiore è lo sforzo fatto nel produrre e nell’imparare ad utilizzare un oggetto tecnico, maggiore sarà la resistenza al cambiamento da parte sia delle aziende che del mercato. Detto questo, però è necessario anche ricordare l’irrazionalità che a volte guida i processi di innovazione. Se, infatti, l’effettiva superiorità tecnica di un prodotto può non influenzare le scelte tecnologiche, come sostiene David, altri fattori possono far deci- dere di deviare dal percorso fatto a monte. Una rinnovata com- petitività del mercato, così come la nascita di nuovi comporta- menti e bisogni sociali, sono fattori cruciali che possono anche molto bruscamente interrompere quel determinismo path- dependent ipotizzato da David e al quale lo stesso economista INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CONVERGENZA MULTIMEDIALE 32
Anteprima della tesi: Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali., Pagina 13

Preview dalla tesi:

Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Viviana Cozi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Enrico Menduni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

convergenza tecnologica
immaginario collettivo
innovazione tecnologica
internet
joseph schumpeter
mp3
novità tecnologiche
patrice flichy
personal media
processi di innovazione
wap
web radio
web tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi