Skip to content

Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
economiche statiche, all’evolversi dei sistemi economici e, quin- di, anche della trasformazione tecnologica. In ogni modo, il cam- biamento tecnologico resterà a lungo relegato nel ruolo di varia- bile esogena, introdotta con il solo scopo di spiegare una cresci- ta produttiva non completamente riconducibile alle variazioni intervenute in quei fattori giudicati responsabili degli incremen- ti produttivi, ossia un aumento del capitale, del lavoro, della popolazione o del tasso di risparmio. La tecnica, dunque, è, per i neocalssici, l’escamotage necessario a giustificare un aumento di produzione nel caso in cui gli altri fattori della funzione rimangano costanti. Il problema, però, come fa notare Flichy, è che, nelle ricerche condotte da molti esponenti di questa scuola, «tale fattore sco- nosciuto diventa il principale elemento esplicativo della cresci- ta 13 ». Un imbarazzo che viene risolto facendo rientrare a pieno titolo il cambiamento tecnologico nella funzione di produzione, insieme al capitale e al lavoro 14 . Il passo decisivo verso un’economia più attenta alla tecnica viene compiuto da Joseph Schumpeter 15 (1883-1950). Anche in questo caso, però, la variabile tecnologica, seppure chiamata in causa adesso come l’unico fattore in grado di spiegare gli effetti sul sistema economico, continua ad essere evocata ma non inda- gata, confermando quell’impostazione economica che esclude dall’analisi dei fenomeni innovativi le dinamiche specifiche del- l’evoluzione tecnologica. Di origine austriaca, ma operante negli Stati Uniti, Schumpeter è in ogni modo il primo economista a mettere al centro della propria analisi il ruolo dell’innovazione tecnologica, riconosciuta, a questo punto, come la vera protago- nista della crescita economica nelle società capitalistiche. Motore dell’innovazione è l’imprenditore, figura chiave del modello schumpeteriano. Raffigurato come capo carismatico, IL CONTRIBUTO DELL ECONOMIA 23 in cui trovano posto altri fattori contestuali. Ma forse, più che ogni altra considerazione, questo breve passo può dire molto di più: «Le reliquie dei mezzi di lavoro hanno, per il giu- dizio su formazioni sociali scomparse, la stessa importanza che ha la struttura delle reliquie ossee per conoscere l’organizzazione dei generi anima- li estinti. Non è quello che viene fatto, ma come viene fatto, con quali mezzi di lavoro, ciò che distingue le epoche economiche. I mezzi di lavo- ro non servono soltanto a misurare i gradi dello sviluppo della forza lavoro umana, ma sono anche indici dei rapporti sociali nel cui quadro vien compiuto il lavoro 11 ». Ci si rende allora conto di come, per Marx, la tecnica abbia il potere di determinare l’organizzazione del lavoro allo stesso modo in cui un termometro determina la temperatura corporea o un barometro determina la pressione atmosferica. Il mezzo tecnologico, in altre parole, in sé non é né buono né cat- tivo e se, con l’ascesa del capitalismo, ci si trova di fronte ad un’organizzazione del lavoro che riduce l’uomo a merce, alie- nandolo, «il fattore causalmente prioritario di tale situazione è il modo capitalistico di produzione: per numerosi teorici successivi è la tecnica di per sé 12 ». A parte le riflessioni anticipatrici di Marx, la tecnica entra a far parte degli interessi dei neoclassici solo a partire dagli anni Cinquanta di questo secolo, quando gli esponenti di questa scuola passeranno ad occuparsi, dallo studio di configurazioni INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CONVERGENZA MULTIMEDIALE 22
Anteprima della tesi: Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali., Pagina 8

Preview dalla tesi:

Innovazione tecnologica e convergenza multimediale. Oggetti e usi sociali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Viviana Cozi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Enrico Menduni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

convergenza tecnologica
immaginario collettivo
innovazione tecnologica
internet
joseph schumpeter
mp3
novità tecnologiche
patrice flichy
personal media
processi di innovazione
wap
web radio
web tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi