Skip to content

Dreptul de preemptiune

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
- DREPTUL DE PREEMTIUNE - 3 CAPITOLUL I. SCURT ISTORIC Dreptul de preemţiune în cutumele româneşti. Dreptul de preemţiune a fost cunoscut şi utilizat pe actualul teritoriu al României încă dinainte de secolul al V – lea când a fost menţionat în primele texte legale scrise, sub denumirea de drept de protimisis. Cunoscut în două forme: precumpărarea (protimisisul propriu – zis) şi răscumpărarea (sau retractul), dreptul de protimisis a apărut ca o modalitate de protejare a comunităţilor faţă de intervenţia unor străini în cadrul familiei şi al obştilor. Protimisisul s-a născut în general independent de influenţele exterioare, în comunităţile în care grupul familial, vecinătatea şi alte forme de solidaritate s-au păstrat vii. După cum s-a arătat 1 , încă înainte de organizarea statelor româneşti, în comunităţile săteşti şi urbane de pe teritoriul românesc s-au creat condiţiile necesare pentru apariţia unor obiceiuri de precumpărare pentrua înlătura pe străini de la intrarea în cercurile de solidaritate ale familiei, ale devălmăşiei sau ale satului (ale vecinătăţii de megieşie). De altfel, în dreptul roman era cunoscută această instituţie. Odată cu expansiunea Imperiului roman pe întregul teritoriu al Europei au pătruns şi legile romane. În provinciile dacice unde s-a format poporul român, populaţia existentă era sedentară, legată de pământ. Dreptul de precumpărare a corespuns foarte bine nevoilor de apărare şi prezervare a proprietăţii în cadrul comunităţilor, acesta fiind adoptat şi adaptat nevoilor specifice ale locului. De altfel, în toate teritoriile unde au existat populaţii sedentare acest drept a existat în aceeaşi perioadă având ca punct de plecare comun dreptul roman. Deci, în perioada în care dreptul bizantin a început să îşi facă simţită prezenţa în statele române şi să influenţeze legile obiceiul de precumpărare şi răscumpărare exista deja şi era utilizat de multă vreme, chiar dacă existenţa sa nu a putut fi dovedită în lipsa izvoarelor scrise. 1 V. Al. Georgescu, ,,Bizanţul şi instituţiile româneşti până la mijlocul secolului al VIII – lea”, Editura Academiei Republicii Socialiste România, Bucureşti 1980
Anteprima della tesi: Dreptul de preemptiune, Pagina 1

Preview dalla tesi:

Dreptul de preemptiune

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Dorina Litescu - Popoiag
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2004
  Università: Universitatea "George Bariţiu", Braşov
  Facoltà: Drept
  Corso: Drept
  Relatore: Popa Ioan
  Lingua:
  Num. pagine: 82

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cutume
dreptul
precumparare
preemptiune
preemtiune
protimisisul

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi