Pianificazione e controllo strategico nelle aziende multi-servizio: il caso Iride

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 prospettive. Nel dettaglio esse sono: learning and growth, internal process, customer e financial. Le relazioni che le legano sono già state sinteticamente evidenziate. È importante, tuttavia, notare come, anche all’interno delle stesse prospettive, esistano dei legami causa-effetto tra i singoli FCS 23 . La mappa strategica è, ad ogni modo, solo uno dei modelli in grado di cogliere ed esplicitare tali fattori. Tra gli altri vanno ricordati l’analisi dei pre-requisiti del successo e i modelli di generazione della redditività del business 24 ; ξ Non esiste un cruscotto di indicatori adatto ad ogni realtà aziendale 25 . Se è vero che la dottrina in materia di KPI finanziari ha portato a definire una serie di indici di cui, ormai, si fa ampio uso 26 è, però, necessario evidenziare come, anche tra questi, sia fondamentale scegliere quelli più adatti a monitorare gli obiettivi strategici che ci si è posti. Per fare questo occorre tenere conto di come questi siano profondamente interrelati con la fase del ciclo di vita del business che viene esercitato 27 ; ξ Anche dopo aver, a fatica, individuato un insieme selezionato, bilanciato e concatenato di KPI non è possibile rilassarsi. La definizione dei target è, infatti, una fase delicata 28 . Va definita in 23 Per approfondimenti si veda R.S. Kaplan, D.P. Norton, The Balanced Scorecard, 1996. 24 Per approfondimenti si veda R.M. Grant, L’analisi strategica per le decisioni aziendali, 2004 pagg. 106-112. 25 Sui principi generali di scelta degli indicatori si veda L. Brusa, Attuare e controllare la strategia aziendale – Mappa Strategica e Balanced Scorecard, 2007 pag. 81. 26 Si veda fra gli altri G. Ferrero, F. Dezzani, P. Pisoni, L. Puddu, Le analisi di bilancio: indici e flussi, 2000. 27 R.S. Kaplan, D.P. Norton, The Balanced Scorecard, 1996 pag. 48. 28 I target devono seguire trend che siano in linea con il tipo di attività svolta. È, inoltre, importante adottare logiche di benchmarking per conseguire best practice. Si vedano in proposito l’articolo di P.M. Nattermann, Best practice ζ Best strategy, 1994 disponibile

Anteprima della Tesi di Christian D'antoni

Anteprima della tesi: Pianificazione e controllo strategico nelle aziende multi-servizio: il caso Iride, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Christian D'antoni Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4414 click dal 18/09/2008.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.