Il rapporto filosofia-scienza in Gaston Bachelard

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 -Lecourt (1944), il quale, allievo di Althusser, è noto per la pubblicazione di numerosi saggi su Bachelard, (Bachelard. Epistemologie. Textes choi- sis, 1971, trad. it. Laterza, Bari 1975; Pour une critique de l’épistemologie, 1972, trad. it. De Donato, Bari 1973; Bachelard. Le jour et la nuit, 1974) e per l’elaborazione di un concetto dell’epistemologia storica. Il terzo capitolo tenta di dare una definizione di cosa sia inteso da Ba- chelard come spirito scientifico, i fondamenti su cui deve basarsi e le ri- flessioni e sviluppi filosofici riguardo allo stesso. Il quarto capitolo analizza più specificatamente il concetto di filosofia del non, la quale deve venire intesa non come negazione totale dello strumento filosofico, ma come critica negatrice continua, che lo scienzia- to (e non solo) deve utilizzare come strumento garantistico della cono- scenza. Il quinto capitolo, dopo aver fornito una definizione di ostacolo episte- mologico riportandone le funzioni essenziali, si preoccupa di trattare sin- golarmente gli ostacoli stessi, cercando di enuclearne le caratteristiche e problematicità, mediante l’utilizzo di alcuni esempi di matrice scientifica. Il sesto capitolo, cerca di fornire punti di analisi e spunti di approfon- dimento, in relazione alla possibile “interferenza” che la scienza svolge quotidianamente sul diritto. Un giudice che si fa sempre più scienziato e attento alle indagini scientifiche è rilevabile soprattutto in ambito penale

Anteprima della Tesi di Domenico Libero Fasano

Anteprima della tesi: Il rapporto filosofia-scienza in Gaston Bachelard, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Libero Fasano Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1236 click dal 22/09/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.