Interazione tra gli inquinanti e la frazione argillosa del suolo in un sito contaminato soggetto ad opere di bonifica e recupero ambientale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1 Legislazione ¨ questo il caso piø comune, che si concretizza nel l immediato obbligo di notifica alle autorit competenti, da parte del responsabile stesso dell inquinamento, dell avvenuto superamento dei limiti. A tale ipotesi generale se ne devono aggiungere altre due: • l obbligo di bonifica che scatta a seguito di un controllo da parte delle autorit competenti che rilevano una situazione di contaminazione del sito (cioŁ il superamento dei limiti di accettabilit previsti dall allegato 1) e in tal ca so sar un ordinanza di tale autorit a dare inizio alle procedure di bonifica; • gli interventi di bonifica che sono iniziati con una comunicazione da parte del proprietario del sito nelle ipotesi di inquinamento pregresso verificatesi prima dell entrata in vigore del D.M. 471/99. I limiti di accettabilit da prendere in consideraz ione sono quelli indicati nell Allegato 1 del D.M. 471/99 e definiscono i valori di concentrazione limite ammissibili nel suolo, nel sottosuolo e nelle acque sotterranee. Tali valori sono inoltre diversificati in base alla specifica destinazione d uso del sito e vengono distinti in due categorie: siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale e siti ad uso commerciale ed industriale. Le procedure per il prelievo, le analisi e i campionamenti da effettuare per accertare il superamento di tali limiti sono indicate nell Allegato 2 del D.M. 471/99. 1.6 - CLASSIFICAZIONE DELLE TECNICHE DI BONIFICA A seconda del punto di applicazione le tecniche di bonifica possono essere classificate in: - interventi in situ cioŁ senza movimentazione o rimozione di materiali dal sito; - interventi on site cioŁ con movimentazione e trattamento di materiali nell ambito del sito stesso; - interventi off site cioŁ con movimentazione e trattamento dei materiali fuori dal sito stesso. La scelta del metodo di intervento, dipende strettamente dalle condizione geologiche e idrogeologiche del sito, dalla composizione del suolo, dalla reattivit delle sostanze inquinanti e dall estensione della contaminazione. Per il risanamento dei suoli e delle acque di falda contaminate, si pu intervenire con diversi trattamenti che si suddividono in: Chimici realizzati mediante trattamenti chimici che trasformano gli inquinanti in composti meno tossici o meno mobili

Anteprima della Tesi di Lorenzo Puccio

Anteprima della tesi: Interazione tra gli inquinanti e la frazione argillosa del suolo in un sito contaminato soggetto ad opere di bonifica e recupero ambientale, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo Puccio Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 610 click dal 25/09/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.