Effetto di un estratto di Boswellia serrata e di acido 3-o-acetil-11-cheto-beta-boswellico sulle metalloproteasi di matrice 2 e 9 di cheratinociti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 1.3.2 Uso attuale dell’ incenso L’incenso è utilizzato in tutto il mondo nelle cerimonie religiose. In Arabia lo si trova utilizzato oltre che nelle celebrazioni e feste tradizionali per profumare i capelli, i vestiti, la casa. Nello Yemen viene masticato dalle donne gravide, ed è usato per trattare problemi psicologici ed emotivi. In Arabia Saudita è utilizzato come diuretico, come aiuto per la memoria e viene o masticato o addizionato al caffè (Ghazanfar, 1994). Nella medicina tradizionale Cinese il frankincense è utilizzato per “rinforzare il sangue e promuovere la circolazione ”, per ridurre i gonfiori e promuovere le guarigioni. Nella medicina Orientale è considerato tossico in gravidanza (Bensky et al., 1986). Nella medicina ayurvedica la gommoresina di Boswellia serrata prende il nome di ‘salai guggul’ ed è usata da secoli per il trattamento delle affezioni della pelle e delle articolazioni, nella dissenteria, nei disturbi respiratori, nelle epatopatie e nei disordini dello stomaco (Ammon et al., 2002). L’olio essenziale è usato nei profumi, saponi, creme, lozioni e detergenti (Abdel et al., 1987). L’incenso si trova nella formulazione di numerosi profumi moderni (Fragrance Foundation, 1983), come estratto alcolico, o come olio o resina ottenuti mediante estrazione con idrocarburi (Arctander, 1960). Gli studi attuali sulla Boswellia sono incentrati sulla attività antinfiammatoria, sedativa, epatoprotettiva, antidolorifica e antitumorale. In commercio sono presenti medicinali contenenti estratto secco di Boswellia per la cura della malattie antinfiammatorie, intestinali, asma, artrite. Si trova inoltre in creme contro l’invecchiamento della pelle.

Anteprima della Tesi di Irene Cocco

Anteprima della tesi: Effetto di un estratto di Boswellia serrata e di acido 3-o-acetil-11-cheto-beta-boswellico sulle metalloproteasi di matrice 2 e 9 di cheratinociti, Pagina 8

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Irene Cocco Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1996 click dal 30/09/2008.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.