Il ''Nuovo Stile'' a Lucca - Gli artigiani del cemento tra fine ottocento ed inizi novecento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

“Il Nuovo Stile” a Lucca 8 nel 1897 fu fondata da un gruppo di capitalisti ( Carlo Kapp, Emilio Fierz, Rudolf Cohen), diretti da Franco Magrini, “ la Società toscana per le imprese elettriche” con un capitale di 2.000.000 di lire, che nel 1911 era già salito ad 8.500.000. Nel 1905 nascevano la “ Società mineraria ed elettrica del Valdarno e nello stesso anno, a Livorno, la terza grande società “ Ligure-toscana di elettricità” con un capitale di un milione di lire, che nel 1911 era salito a 7.000.000. Spetta a questa società il merito di aver costruito il primo impianto idroelettrico di una certa importanza in Toscana, quello sul fiume Lima ( che è il maggiore affluente del fiume Serchio) con prese al “Giardinetto”, nei pressi di Bagni di Lucca, con una potenza installata di 6000 kw (12). Come sappiamo questa zona era molto adatta allo sviluppo di questo settore industriale per la grande presenza di corsi d’acqua. L’ energia elettrica fu largamente utilizzata sia per l’illuminazione pubblica, in sostituzione del gas, che per le industrie manifatturiere . A riguardo risulta simpatica la lettura del piccolo articolo tratto da “Il figurinaio”, giornale lucchese, ( attorno al quale ruotavano gli industriali locali), del 1°dicembre 1889 intitolato: “La luce elettrica a Lucca”.... Lettore possiedi tu una casa, un negozio, un caffè, uno stabile qualunque? -No Allora quest’articolo non è per te .....ne per me. una poderosa società tedesca rappresentata dai Sigg Niemack e Henry, tratta di regalare, valendosi della forza motrice del Serchio, l’illuminazione elettrica a Lucca. Con ciò è terminato il regno di tutti quelli svariatissimi moccoli, di preadamitica memoria, che hanno fino ad ora costretto il mondo ad andare a letto al buio! Ma in particolare beneficiarono di questa nuova fonte energetica i capaci imprenditori proprietari delle manifatture lucchesi come quelle presenti nella zona di Ponte a Moriano. ________________________________________________________________________________ 12 “... le risorse idrauliche per la produzione della energia elettrica traggono origine dal bacino del Serchio e dal suo principale affluente Lima; mentre gli altri affluenti secondari, come la Turrite, il Corfino, l’Ebron ecc. hanno impianti...minori”, Lazzareschi-Pardi, Lucca nella storia, nell’arte e nell’industria, A.Benedetti, Pescia, 1941, pag. 358

Anteprima della Tesi di Stefania Reina

Anteprima della tesi: Il ''Nuovo Stile'' a Lucca - Gli artigiani del cemento tra fine ottocento ed inizi novecento, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefania Reina Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 962 click dal 05/12/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.