L'opinione pubblica nel pensiero politico del primo Habermas

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Filosofo, pensatore rigorosamente sistematico, 4 Habermas si colloca nella cosiddetta “sociologia della svolta comunicativa” 5 , essendo riuscito a rilanciare il tema della comunicazione come paradigma teorico eminente. 6 Coloro che si collocano nella “linguistic turn” si caratterizzano per l’importanza attribuita al linguaggio nello studio della società; in particolare, Habermas propone una soluzione al problema del rapporto tra individuo e società nell’Occidente tardo-industriale e cerca di munire la sociologia di uno strumento concettuale adeguato a leggere fenomeni di razionalizzazione, di crescita culturale delle società a capitalismo maturo. La svolta “pragmatico – linguistica” dell’autore francofortese si colloca nel corso degli anni Settanta, e si manifesta sia nell’ambito della teoria sociale, sia nella riflessione filosofica sulle strutture della razionalità. Nonostante questo, bisogna sottolineare la poliedricità di Habermas, un filosofo-sociologo il cui “raggio di azione”, in termini di studio e di analisi, si estende a 360 gradi. L’eccezionale forza dell’approccio habermasiano si 4 Per maggiori approfondimenti, v. F. CARMAGNOLA (ET AL.), “Ragione emancipativa. Studi sul pensiero di Jürgen Habermas”, Renzo Mazzone Editore, pp. 10 – 11. 5 La “svolta comunicativa” accomuna molti autori diversi tra loro. L’espressione viene originariamente riferita ad Habermas, ma può essere attribuita anche a vari esponenti del filone fenomenologico delle scienze sociali e all’etnometodologia. Prerogativa di tale impostazione è la rinuncia degli studiosi a interpretare i fatti sociali come prodotto dell’azione sociale individuale e l’adozione di un punto di vista che prende come unità d’analisi la situazione interattiva, e quindi i processi comunicativi tra gli attori sociali coinvolti. Pur con varie sottolineature diverse nei vari autori che si collocano in questo orizzonte, vi sono alcune conseguenze che derivano dall’adozione di questo comune punto di vista. Innanzitutto declina l’interesse a spiegare i fenomeni sociali sulla base del senso che il singolo attore attribuisce razionalmente al proprio agire, mentre emerge l’attitudine a evidenziare in essi il senso comune, cioè quel sapere non problematizzato che è già disponibile nella situazione sociale in cui gli attori agiscono. L’enfasi sul senso comune si accompagna poi all’effettiva sdammatizzazione del ruolo della razionalità nel determinare le scelte degli autori, ma anche alla trasformazione in chiave pratico – cognitiva delle problematiche morali. Per quanto riguarda il senso comune, e cioè il mutamento di ruolo della razionalità, si può notare come negli approcci comunicativi l’attenzione del ricercatore è orientata soprattutto alla ricostruzione della ragionevolezza delle pratiche realizzate e delle azioni compiute, ragionevolezza determinabile solo a posteriori e in stretta relazione con il contesto interattivo e con le informazioni disponibili agli attori. Per quanto riguarda il secondo aspetto, e cioè la trasformazione delle problematiche morali, nel confrontarsi con l’effettiva problematizzazione dei sistemi di valore giustificabili, gli autori iscritti nella svolta comunicativa si concentrano nel tentativo di comprendere quali norme di comportamento regolino le diverse situazioni, nonché la competenza degli attori nell’eseguirle. Per una visione più dettagliata e approfondita relativa alla sociologia della svolta comunicativa, cfr. EMANUELA MORA, Comunicazione e riflessività. Simmel, Habermas, Goffman, Pubblicazioni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, 1994, pp. 22 – 29. 6 Per un’ulteriore trattazione del pensiero habermasiano, v. PAOLO PELLEGRINO, Estetica e comunicazione, Congedo editore, Galatina, 2005, p. 248.

Anteprima della Tesi di Claudia Carluccio

Anteprima della tesi: L'opinione pubblica nel pensiero politico del primo Habermas, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Claudia Carluccio Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3286 click dal 02/10/2008.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.