La regina di Saba: rielaborazione cinematografica di un tema mitico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 raffrontata con quattro film, a lei dedicati e realizzati in diversi periodi storici. Le quattro pellicole sono: La Regina di Saba (1921) di J. Gordon Edwards, la Regina di Saba (1952) di Pietro Francisci, Salomone e la Regina di Saba (1959) di King Vidor e Salomone (1997) di Roger Young. Nei primi tre film è presente un chiaro riferimento alla misteriosa regina nel titolo, mentre per quel che concerne il quarto, si tratta di un film sulla biografia del famoso re Salomone, prodotto per la televisione e reso pubblico in formato DVD nel 2000, che dedica un ampio spazio all’incontro tra la regina di Saba e il re Salomone. Quel che mi è parso maggiormente interessante di questi quattro film, nonché degno di approfondimento è: ciò che li accomuna, ciò che li rende molto differenti l’uno dall’altro, le fonti di riferimento per realizzarli, il ritratto fisico e psicologico del personaggio ed i costumi della regina di Saba. Analizzando questi quattro punti, spero di riuscire a fornire un panorama completo sulla rielaborazione cinematografica del mito della regina del Sud. Lo spazio dedicato al primo film sarà limitato, poiché si tratta di una pellicola che risulta dispersa in circostanze ignote. Vi sarà un ampio spazio alle tematiche dei sopraccitati film, di ognuno verrà messo in evidenza il carattere particolare di interpretazione fantastica di una storia altrettanto distante da una realtà scientifica.

Anteprima della Tesi di Sofia Manmana

Anteprima della tesi: La regina di Saba: rielaborazione cinematografica di un tema mitico, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Moda e del Costume

Autore: Sofia Manmana Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 848 click dal 30/09/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.