La visual identity nella costruzione della 32 America's Cup passando dal segno visivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 delle scritture per immagini, con formule che nel presentare un soggetto sfruttano la felicità di una particolare struttura compositiva, felicità che fa si che esse vengano via via riprese nel corso del tempo fino a fissarsi su quel soggetto. Siamo poi partiti dal segno, ovvero dalla traccia più lineare attraverso la quale prendere contatto con la realtà, distinguendo i tre tipi di segno; segno oggetto, segno contorno, segno tessitura. Siamo passati al simbolo, che ha un rapporto convenzionale con ciò che rappresenta ( può essere la fortuna, ma anche un marchio commerciale), e al rapporto tra icona e simbolo. Per concludere abbiamo parlato di stile commerciale, chiedendoci se non sono certe forme d’espressione legate in particolare al design a determinare le soluzioni formali di un’epoca ancor più delle opzioni messe a punto dagli artisti visivi. Nei due paragrafi finali abbiamo parlato della nozione che pone grandi problematiche, che è quella d’identità e abbiamo presentato l’approccio semiotico. Un annuncio stampa nel raccontare le rispettive carriere di due gemelli, e il ruolo della stilografica watermann, nel riconoscimento dei loro percorsi di vita comune parla d’identità, e in particolare d’identità visiva . Abbiamo concluso con “la via dei logo” osservando un fenomeno molto interessante. A conclusione di un’analisi dei logo di due società informatiche, si incontra un” fenomeno notevole” quale quello che Lèvi-Strauss ha osservato cercando di descrivere le maschere di due società indiane della costa di nord –ovest degli Stati Uniti. Lèvi-Strauss osserva: “Passando da un gruppo all’altro quando si mantiene la forza plastica, s’inverte la funzione semantica .Per contro quando si mantiene la funzione semantica si inverte la forma plastica” Dopo l’analisi comparativa dei logo di ibm e di apple e dopo quella dei film di lancio del Macintosh si è osservato il medesimo fenomeno. Le caratteristiche plastiche s’invertivano, mentre il loro contenuto narrativo si conservava. Nel secondo capitolo intitolato “Storia dell'American's Cup, e sviluppo dell’immagine corporativa nelle varie fasi della competizione” abbiamo parlato della storia della Coppa America, iniziata il 22 agosto 1851 ed entrata poi nella leggenda e del programma di sviluppo dell’immagine corporativa della 32 esima American’s Cup. Il periodo di sviluppo ha seguito tutto il corso delle manifestazione fino ad arrivare alla competizione finale dell’aprile-maggio-giugno 2007 includendo lo sviluppo di nuovi

Anteprima della Tesi di Carmelo Sgarlata

Anteprima della tesi: La visual identity nella costruzione della 32 America's Cup passando dal segno visivo, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Carmelo Sgarlata Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 680 click dal 01/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.