Skip to content

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 risposta riformatrice da parte del partito e della nomenklatura alla spinta rivoluzionaria degli oppositori. Il filosofo e presidente dell Alleanza dei Liberi Democratici (ALD) Janos Kis, protagonista del negoziato ungherese, ha invece preferito per quanto avvenuto nel suo paese la definizione di regime ch ange : Reform is an institutional change that leaves both legality and the continuity of legitimacy uninterrupted. Revolution is a change of institutions that interrupts the continuity of both legality and legitimacy. Regime change is related to both, but to each only partially. It interrupts the continuity of legitimacy, but does not affect the continuity of legality: every substantive change is founded on higher order rules of legal and constitutional amendment, duly made earlier and not repealed up the moment of the regime change. 4 Kis inoltre non considera rivoluzionarie, ma contro-rivoluzionarie le transizioni del 1989 che, prive di un’ideologia dominante, sono volte alla restaurazione di sistemi precedenti: Instead of a modern capitalist class, it intends t o create a clientelist class of property owners linked to the state; instead of constitutional democracy, it favours authoritarianism; instead of a separation of church and state, it proposes a new linkage; and instead of fostering minority rights and regional integration, it tends toward readjustment of state borders and ethnic frontiers 5 Shmuel Noah Eisenstadt infine ritiene che la peculiarit delle rivoluzioni del 1989 (definibili tali, ma in un accezione differente da quella classica), sia che avvengono in totale assenza di una dottrina rivoluzionaria formulata e coerente. I fautori del sovvertimento del sistema politico sono scettici verso ogni forma di ideologia dopo che per decenni la vita dei rispettivi paesi Ł stata dominata da quella comunista e le loro rivendicazioni politiche, economiche e sociali derivano da considerazioni piø pragmatiche che ideologiche6. Come vedremo nel corso della trattazione, nei due casi studiati l elemento ideologico Ł secondario, prevale invece la delusione e la crescente avversione per un sistema che ha tradito e sta tradendo le aspettative di benessere sociale, che, dimostratosi 4 Da Janos Kis, Between reform and revolution: three hypotheses about the nature of the regime change, in Kiraly BØla K, Bozoki AndrÆs (a cura di), Lawful revolution in Hungary, 1989-94, Columbia University Press, New York, 1995, p. 42. 5 Ibidem p. 35. 6 Cfr. Eisensdtadt Shmuel Noah, The Breakdown of communist regimes, in Tismaneanu Vladimir (a cura di), The revolutions of 1989, Routledge, Londra, 1999.
Anteprima della tesi: Il processo di transizione in Ungheria e Romania, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giordana Pallone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Roberto Morozzo della Rocca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1989
antall
area danubio-balcanica
comunismo
democratizzazione
democrazia popolare
economia pianificata
europa
europa centro orientale
horn
ion iliescu
janos kadar
m. s. gorbacev
nicolae ceausescu
peter roman
romania
socialismo
storia
transilvania
transizione
ungheria
unione europea
urss

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi