Skip to content

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Every country looks for solutions independently, n ot as in the past. It is not true that Moscow s conductor s baton, or Moscow s hand is in everything ( ) every nation has a right to its own way. 8 Questa maggiore libert da una parte suscita entusi asmo nelle popolazioni di molti paesi che sperano nell introduzione delle riforme lanciate dalla perestrojka e nelle maggiori libert promesse dalla glasnost, dall altra consente alle dirigenze conservatrici, come quelle della Repubblica Democratica Tedesca e della Cecoslovacchia, di ignorare gli inviti ad intraprendere il processo di democratizzazione9. La nuova politica estera di Gorbačºv, basata sull autonomia dei paesi alleati, sulla promozione della coesistenza pacifica e del superamento della divisione in blocchi contrapposti del mondo e, in particolare, dell Europa ( di cui parla in termini di casa comune europea rilanciando l idea gollista di Europa dall Atlantico agli Urali ), si manifesta nella decisione comunicata all assemblea generale delle Nazioni Unite del 7 dicembre 1988 di ridurre unilateralmente gli armamenti sovietici in Europa centro-orientale. L annuncio della riduzione del potenziale militare sovietico in Europa e le esplicite e implicite dichiarazioni di indisponibilit ad intervenire nel la politica interna delle democrazie popolari, anche in caso di abbandono del sistema comunista, alimentano le speranze e la determinazione dei movimenti interni di opposizione, costringono alla resa l ala dura del blocco guidata da RDT e Cecoslovacchia e favoriscono i dirigenti riformatori di Polonia e Ungheria. La Romania, invece, che aveva gi dichiarato la propria indipendenza da Mosca, prosegue nella sua atipici t . Il nuovo corso intrapreso da Gorbačºv impedisce quindi all URSS sia di ostacolare la d efinitiva apertura della frontiera ungherese con l Austria l 11 settembre de l 1989, la prima vera breccia nella cortina di ferro, sia di imporre a Nicolae Ceauşescu di intraprendere il processo di democratizzazione interna. Questa nuova politica del PCUS, che mira ad una sorta di 8 Citato in Garthoff Raymond L., The great transition: american-soviet relations and the end of the cold war, The Brooking Institution, Washington, 1994, p. 574. 9 Il ministro degli Esteri dell URSS Shevardnadze ricorda: La maggior parte dei leader di questi Paesi non voleva i cambiamenti, e li avrebbe contrastati. ( ) Si cre una situazione complessa: avendo rinunciato all esportazione delle idee , alle inte rferenze negli affari interni di vicini e alleati, non potevamo piø attivamente, col ricorso ai vecchi metodi, indurli ad attuare le riforme. Ma al tempo stesso ci rendevamo chiaramente conto che, in quasi tutti i paesi dell Europa Orientale, la leadership politica perdeva rapidamente il controllo della situazione, non trovava risposte adeguate alle esigenze dei sostenitori di una svolta democratica. ( ) Parlando coi suoi colleghi dell Europa Orientale, Gorbačºv formulava con tatto e cautela le sue raccomandazioni. Nell illustrare l esperienza del nostro Paese, lasciava intendere che, a non intraprendere dei passi in direzione delle riforme democratiche, ci si sarebbe inevitabilmente imbattuti in problemi insormontabili. Gli interlocutori ( ) erano tranquilli ben consapevoli che questo leader dell Unione Sovietica non avrebbe mosso i carri armati per il trionfo della democrazia, come li avevano mossi i suoi predecessori per schiacciarla. . Da Shevardnadze Eduard Amvrosievich, Il futuro Ł nella libert , Milano, Rizzoli, 1991, p. 163-165.
Anteprima della tesi: Il processo di transizione in Ungheria e Romania, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giordana Pallone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Roberto Morozzo della Rocca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1989
antall
area danubio-balcanica
comunismo
democratizzazione
democrazia popolare
economia pianificata
europa
europa centro orientale
horn
ion iliescu
janos kadar
m. s. gorbacev
nicolae ceausescu
peter roman
romania
socialismo
storia
transilvania
transizione
ungheria
unione europea
urss

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi