Dissonanza cognitiva: l'evoluzione della teoria e le possibili applicazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 CAPITOLO 1 LA TEORIA DELLA DISSONANZA COGNITIVA La teoria della dissonanza cognitiva è stata approfondita da Leon Festinger negli anni dal 1957. La dissonanza è uno stato di tensione dovuto ad incoerenza logica, una tensione psicologica interiore che si crea quando il comportamento entra in conflitto con le convinzioni, quando c’è discrepanza tra ciò che si pensa e l’azione che si compie; produce un disagio psicologico che riguarda il momento post-decisionale. La teoria della dissonanza cognitiva si colloca in una delle diverse linee di sviluppo della psicologia sociale e della psicologia in genere che negli anni ’50 iniziano a profilarsi e che continuano tuttora nell’ambito del sapere psicologico. La linea di sviluppo della dissonanza cognitiva comprende i dati relativi alla storia intellettuale di Leon Festinger che ha saputo tradurre ipotesi interessanti in operazioni utilizzabili con esperimenti.

Anteprima della Tesi di Marco Di Nicola

Anteprima della tesi: Dissonanza cognitiva: l'evoluzione della teoria e le possibili applicazioni, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Di Nicola Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2610 click dal 10/10/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.