Skip to content

Il problema del controllo e del contenimento dei consumi e della spesa farmaceutica nel Sistema Sanitario Nazionale, con particolare riferimento alle iniziative della regione Emilia Romagna

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Lo spreco, inteso come utilizzo di risorse finanziarie, organizzative e professionali non giustificato dalla qualità e quantità dei risultati conseguiti, può essere infatti attinente: a) alla dimensione dell’efficacia, la quale esprime la capacità di un’azione di realizzare l’obiettivo preposto indipendentemente dai mezzi utilizzati e dal loro costo. In tal senso si definisce inefficace e dunque fonte di spreco, una attività che non è in grado di realizzare gli obiettivi prefissati e produrre i risultati attesi; b) alla dimensione dell’efficienza, la quale esprime l’adeguatezza dei mezzi utilizzati rispetto ai risultati ottenuti. In tal senso si definisce inefficiente e quindi fonte di spreco, un utilizzo delle risorse non sufficientemente produttivo di risultati. Quindi l’analisi degli sprechi deve essere deve essere riferita: a) da una parte alle prestazioni del sistema sanitario, rispetto alle quali è prevalente la dimensione dell’efficacia, in quanto relativa alla valutazione dei risultati conseguiti indipendentemente dallo sforzo necessario al loro conseguimento; b) dall’altra ai processi produttivi interni al sistema sanitario nel suo complesso, e dei sottosistemi e dei soggetti che lo compongono, rispetto ai quali è prevalente la valutazione in termini di efficienza, in quanto categoria legata ai concetti di economicità e di rendimento delle azioni intraprese per la realizzazione del prodotto finale. Come è intuitivo, all’interno della dimensione dell’efficacia stanno i concetti di utilità/inutilità (realizzazione o non realizzazione degli obiettivi fissati), di appropriatezza/inappropriatezza (indirizzo verso targets non adeguati) e rispondenza/non rispondenza (realizzazione di obiettivi non rispondenti alle esigenze ed ai fabbisogni reali). Sono tutti concetti che sottendono le iniziative degli ultimi anni e che di seguito saranno elencate e descritte, nel settore delle linee guida e dei protocolli terapeutici consigliati, per la prescrizione farmaceutica in termini di efficacia e di appropriatezza. In tale dimensione assumono rilievo gli operatori sanitari in quanto professionisti orientati al conseguimento di risultati in termini di salute individuale e collettiva. All’interno della dimensione dell’efficienza stanno invece i concetti di efficienza tecnica (risultati versus tecnologie disponibili), efficienza economica (risultati versus risorse finanziarie disponibili), efficienza gestionale (risultati versus risorse organizzative disponibili) ed efficienza allocativa (ottimizzazione della distribuzione delle risorse tra differenti possibili usi alternativi). In tale dimensione assumono rilievo gli stessi operatori sanitari in quanto manager o tecnici responsabili del funzionamento efficiente dei sistemi sanitari. Le dimensioni dell’efficacia e dell’efficienza devono essere perseguite in modo integrato e cioè devono essere perseguite la interconnessione e integrazione fra le varie parti del sistema (es. assistenza ospedaliera e assistenza farmaceutica) e tra i vari soggetti del sistema (es. medici, farmacisti, manager e gli stessi pazienti) che tendono invece naturalmente a comportarsi in modo autoreferente. L’assente o debole integrazione tra gli ospedali e il territorio, tra il medico e il paziente, ad esempio, finisce per dare luogo a livelli di domanda non adeguati, che tendono ad essere assecondati passivamente. Alla consapevolezza di esigenze di politiche in grado di attuare una ristrutturazione sistemica del settore sanitario, si accompagna la altrettanto forte consapevolezza che le soluzioni macro- economiche e macro-organizzative non sono efficaci se non trovano una corrispondenza e non si declinano in una dimensione micro-organizzativa. La razionalizzazione del sistema sanitario passa dunque per la capacità dei singoli decisori di spesa di governare il processo per poter garantire i migliori standard di servizio con i livelli di risorse dati. E’ infatti la sommatoria delle scelte e delle decisioni dei singoli soggetti, a livello di macro-sistema (ovvero da parte delle unità operative quali le divisioni ospedaliere o i medici di medicina generale) a determinare le prestazioni del macro- sistema e la sommatoria dei comportamenti individuali si è dimostrata capace di disinnescare qualunque scelta macro-sistemica.
Anteprima della tesi: Il problema del controllo e del contenimento dei consumi e della spesa farmaceutica nel Sistema Sanitario Nazionale, con particolare riferimento alle iniziative della regione Emilia Romagna, Pagina 3

Informazioni tesi

  Autore: Simona Cimino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Farmacia
  Relatore: Gina Massimo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

costi medicinali
spesa farmaceutica
spesa sanitaria
spese farmaceutiche
spese mediche
spese regione emilia romagna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi